Le parole di Alberto di Pisa

Le dichiarazioni di Alberto di Pisa, ex procuratore capo di Marsala, sul caso di Denise Pipitone

Alberto di Pisa intervistato ai microfoni di Storie Italiane: le parole dell'ex procuratore capo di Marsala

L’ex procuratore capo di Marsala, Alberto di Pisa, è stato intervistato durante la trasmissione Storie Italiane ed ha espresso la sua opinione sul caso della piccola Denise Pipitone.

Le parole di Alberto di Pisa
Credit: Storie Italiane

L’uomo è convinto che la bimba scomparsa a Mazara del Vallo sia ancora viva e che la pista giusta da seguire, sia proprio quella del video della guardia giurata. Perché secondo il suo parere, Danas al 90% era proprio Denise Pipitone.

Ha sottolineato i troppi misteri intorno alle intercettazioni di Jessica Pulizzi. La ragazza, secondo le prove, potrebbe aver preso la bimba e poi potrebbe averla consegnata in altre mani. Purtroppo allora non ci sono stati elementi certi che potevano trovare certezze in quella che è rimasta negli anni soltanto un’ipotesi.

Le parole di Alberto di Pisa

Noi abbiamo un’intercettazione in cui Jessica dice che “a casa l’ho portata” e da lì è stata probabilmente traferita da qualcuno in un campo di zingari. La bambina della famosa foto a Milano è Denise. Perché ha il suo stesso taglio sul viso e parla il dialetto locale. Quando la Corona fa una specie di interrogatorio alla figlia e le chiede se è stata lei, in realtà è una recita perché sapeva di essere intercettata.

Alberto di Pisa e il racconto della piccola bara bianca

Ai microfoni della trasmissione tv, l’ex procuratore capo ha raccontato un episodio da brividi. Durante le indagini, arrivò una lettera anonima che diceva che Denise Pipitone era stata uccisa e seppellita in un campo vicino a Mazara del Vallo.

Le parole di Alberto di Pisa
Credit: Storie Italiane

La Procura decise di scavare nel punto indicato, dove qualcuno aveva seppellito una piccola bara bianca vuota. Dopo tutte le analisi e gli esami sulle tracce, gli inquirenti non trovarono nessun riscontro con la bambina. Era forse un segnale? Un brutto scherzo?

Un altro mistero che va ad aggiungersi a tutti quelli che da 17 anni avvolgono la scomparsa della piccola Denise Pipitone.

Nella giornata di ieri, i Carabinieri hanno ascoltato una ragazza di 19 anni a Scalea, dopo la segnalazione di una parrucchiera. Danasa, questo il suo nome, ha dichiarato pubblicamente di non essere la bimba scomparsa, ma se dovessero ritenere necessario fare il confronto del DNA, ha dichiarato di essere disposta a sottoporsi al test.

Piera Maggio diffida la trasmissione tv Quarto Grado: il post della mamma di Denise Pipitone

Piera Maggio diffida la trasmissione tv Quarto Grado: il post della mamma di Denise Pipitone

Tragedia ad Ancarano, Samuele Di Clemente è morto a 14 anni: è stato colpito da un malore

Tragedia ad Ancarano, Samuele Di Clemente è morto a 14 anni: è stato colpito da un malore

Bimbo di 14 mesi investito dalla mamma alla guida del suo Suv

Bimbo di 14 mesi investito dalla mamma alla guida del suo Suv

Resta cieca e paralizzata

Resta cieca e paralizzata

Il suo idolo salvato da un defibrillatore: Oscar Jones avvia una raccolta fondi per la sua comunità

Il suo idolo salvato da un defibrillatore: Oscar Jones avvia una raccolta fondi per la sua comunità

Strage di Andea, giornalista aggredita durante la veglia: cosa è accaduto

Strage di Andea, giornalista aggredita durante la veglia: cosa è accaduto

I funerali di Daniel e David Fusinato, i fratellini uccisi nella strage di Ardea

I funerali di Daniel e David Fusinato, i fratellini uccisi nella strage di Ardea