addio a Giambeppe Locci

Lutto a Desulo: Giambeppe Locci aveva soltanto 27 anni

Da poco tempo la diagnosi di quel brutto male. Un mostro che non gli ha lasciato scampo. Giambeppe Locci aveva soltanto 27 anni

Una tristissima notizia che arriva da Desulo, un comune in provincia di Nuoro. Giambeppe Locci si è spento per sempre all’età di 27 anni, a causa di un brutto male. Un mostro che si era presentato poco tempo fa e che non è riuscito a sconfiggere.

addio a Giambeppe Locci
Credit: Facebook

Era molto amato e conosciuto, un giovane medico di soli 27 anni, che ha lasciato un vuoto incolmabile nel cuore dell’intera comunità. Si stava specializzando in cardiologia e svolgeva i suoi turni in diversi ospedali di Cagliari.

addio a Giambeppe Locci
Credit: Wikipedia

Purtroppo, non molto tempo fa, è arrivata la terribile diagnosi e nonostante Giambeppe Locci abbia lottato con tutte le sue forze, quel mostro troppo forte, ha avuto la meglio.

Lascia nel dolore i suoi familiari, il papà Ambrogio e la mamma Annetta, i fratelli Davide e Antonio e la sua fidanzata Bianca, con la quale condivideva il suo amore da 14 anni.

Giambeppe Locci e i tanti messaggi di addio sui social

Anche l’ex sindaco di Desulo e il parroco del comune hanno voluto ricordarlo e salutarlo con un post sui social network. Gigi Littarru, ex Primo Cittadino, ha scritto:

addio a Giambeppe Locci

Penso che per una madre e un padre non ci sia dolore più grande e profondo della perdita di un figlio. Desulo perde un altro dei suoi figli migliori e la tristezza ci assale e ci lascia senza parole. L’ho già detto e lo ribadisco. Dio si è nuovamente distratto. Un abbraccio ai genitori Ambrogio e Annetta, ai fratelli Davide e Antonio e alla fidanzata Bianca. Buon viaggio Dottor Locci, orgoglio della nostra comunità.

Il parroco, invece, gli ha dedicato una poesia sarda, che ha intitolato “A Giambeppe Locci” e che ha poi condiviso su Facebook. Ha parlato di quel dottore troppo giovane, stimato, che all’improvviso ha lasciato la terra e il cuore dubbioso di tutti. Eccola qui di seguito: