bimbo residenti

Mantova, bambino di 4 anni investito da un tir: la rabbia dei residenti

Mantova, l'ira dei residenti sul drammatico incidente in cui è stato investito il bambino di 4 anni

Sono ancora in corso tutte le indagini per il drammatico incidente in cui è stato investito un bambino di appena 4 anni. I residenti sconvolti dall’accaduto, affermano che purtroppo quella strada è molto pericolosa e che non è la prima volta che accadono eventi simili.

bimbo residenti

Il piccolo si trova ancora ricoverato in ospedale e versa in condizioni disperate. I medici dopo averlo stabilizzato sul posto, stanno facendo il possibile per aiutarlo.

Il dramma è avvenuto nella mattinata di lunedì 6 giugno. Precisamente nel piccolo comune di Goito, in provincia di Mantova. Il bimbo stava passeggiando con la madre, ma la dinamica è ancora da chiarire.

Da una prima ricostruzione sembrerebbe che il bambino fosse con la donna, di origine indiana e di 32 anni. Quando all’improvviso è fuggito per raggiungere il padre che era sull’altro marciapiede. Si è gettato sulla strada.

bimbo residenti

Tuttavia, è proprio a quel punto che un uomo alla guida del suo tir lo ha travolto. Lo ha urtato con lo spigolo del paraurti. L’impatto per il piccolino è stato molto violento ed infatti ha riportato gravi traumi.

Sul posto sono arrivati d’urgenza i sanitari, che dopo averlo stabilizzato, lo hanno trasportato d’urgenza in ospedale. Ora si trova ricoverato al nosocomio di Verona e sta lottando per la sua vita.

L’ira dei residenti per il bambino di 4 anni investito da un tir

In tanti al momento sono con il fiato sospeso per le sorti del piccolo. Nel frattempo i residenti hanno chiesto più volte di mettere in sicurezza quella strada, poiché è un tratto molto pericoloso. Uno di loro ha dichiarato:

Quello è un tratto maledetto!” Da ciò che è emerso, lì capitano spesso degli incidenti. Infatti è in programma la costruzione di una tangenziale, ma prima che inizino i lavori, trascorrerà ancora molto tempo.

bimbo residenti

Le forze dell’ordine adesso sono a lavoro per ricostruire l’esatta dinamica dell’accaduto ed anche per stabilire le eventuali responsabilità.

Ci saranno ulteriori aggiornamenti su questa vicenda.