Melike morta a 15 anni

Melike non ce l’ha fatta, si è spenta a 15 anni dopo 18 giorni di agonia

Era salita sul tetto del suo palazzo per scattarsi un selfie. Melike è precipitata e dopo 18 giorni in ospedale, si è spenta per sempre

La sua storia si era diffusa sui social negli ultimi giorni, in ogni parte del mondo. Melike Gun Kanavuzlar si è spenta a soli 15 anni, dopo 18 giorni di agonia in ospedale. I medici hanno fatto il possibile per salvarle la vita, ma il suo cuore si è fermato per sempre.

Melike morta a 15 anni

Era salita sul tetto di un palazzo per scattarsi un selfie. Era lo scorso 12 ottobre, quando Melike è precipitata in quella strada di Ortaca, in Turchia.

Subito i passanti, sconvolti dalla scena, hanno lanciato l’allarme ai soccorritori. La 15enne è stata trasportata con immediata urgenza in ospedale, dove è rimasta ricoverata per 18 lunghi giorni. Il team medico ha cercato di fare il possibile, ma le sue condizioni erano troppo gravi.

Voleva forse pubblicare una foto sui social, così quel giorno, Melike è salita sul palazzo in cui abitava. Si è posizionata vicino al cornicione, per scattarsi un selfie. Purtroppo qualcosa è andato storto. Non è ancora chiaro se sia inciampata o come abbia perso l’equilibrio. È precipitata di sotto, davanti agli occhi dei passanti.

I giornali turchi raccontano che si sarebbe chinata, dopo che il cellulare le è sfuggito dalle mani. Un movimento brusco che le è costato la vita a soli 15 anni.

Melike morta a 15 anni

Il New York Post ha diffuso il video delle telecamere di sorveglianza della zona. Immagini che mostrano Melike mentre precipita e attera per strada.

Melike morta a 15 anni

Il 29 ottobre, il cuore della 15enne ha smesso di battere per sempre. I familiari e gli amici non riescono ancora a credere a quanto accaduto. La storia si è diffusa in tutto il mondo attraverso i social network ed è immenso il sostengo e l’affetto che stanno ricevendo.

Purtroppo la giovane ha riportato delle ferite troppo gravi, i medici ce l’hanno messa tutta. Per oltre due settimane hanno sperato e pregato, ma alla fine non hanno avuto altra scelta che arrendersi.