Il processo di Amelia Wood

Morta bambina di 11 anni, travolta dalla ruota di un SUV: la rabbia dei genitori e le lacrime del conducente davanti al giudice

In corso il processo per la morte della piccola Amelia Wood: le dichiarazioni del conducente davanti al giudice

È in corso in questi giorni, il processo per la morte di Amelia Wood, la bambina di 11 anni morta nel 2018, dopo che un SUV l’ha travolta. Il conducente, che all’epoca aveva 25 anni, è scoppiato in lacrime nell’aula del tribunale e ha raccontato al giudice la dinamica dei fatti e di come non sia riuscito ad evitare l’indimenticabile tragedia.

Davanti ai due genitori, costretti ancora a convivere con il grande dolore di aver perso la loro bellissima bambina, il ragazzo ha voluto esprimere il suo dispiacere.

Il processo di Amelia Wood

Ho provato a correggere la direzione, mentre il veicolo tirava a sinistra. Ma la ruota si è staccata ed è salita sul marciapiede. L’asse è caduto a terra. È successo tutto così in fretta

Il 25enne era alla guida di un SUV modificato e stava percorrendo la strada a circa 95 km/h, mentre la piccola Amelia stava aspettando lo scuolabus alla fermata.

Amelia Wood e la dinamica dell’incidente

Quel giorno, la bambina di 11 anni stava aspettando lo scuolabus come faceva ogni mattina. Improvvisamente, la ruota del mezzo del 25enne, si è staccata ed è finita contro la piccola.

Il processo di Amelia Wood

Il conducente non è riuscito a controllare il SUV e ad evitare l’orribile tragedia.

Dopo il violento impatto, la bambina è stata trasportata con immediata urgenza all’ospedale, dove i medici hanno cercato di fare il possibile per salvarle la vita. Purtroppo è morta poco dopo aver raggiunto la struttura sanitaria.

Le parole della mamma della bambina

Il processo di Amelia Wood

Ci manca ogni giorno. Nulla riporterà indietro Amelia, ma come madre ho bisogno di sapere come mia figlia sia potuta andare a scuola a piedi e sia morta e perché nessuno è perseguito per questo. Quel veicolo non era idoneo alla circolazione e abbiamo tutti il ​​dovere morale di assicurarci che ciò che guidiamo lo sia. Aspettiamo i prossimi passi, ho ancora domande senza risposta. Ho sempre detto che non lascerò correre.

"Non si è mai abbastanza pronti per un dolore così": le strazianti parole del calciatore campione del mondo, per salutare per l'ultima volta sua madre

"Non si è mai abbastanza pronti per un dolore così": le strazianti parole del calciatore campione del mondo, per salutare per l'ultima volta sua madre

Morte Viviana Parisi e Gioele Mondello: emersi nuovi sconcertanti elementi sui loro denti. Ecco come sono andate le cose secondo l'avvocato di famiglia

Morte Viviana Parisi e Gioele Mondello: emersi nuovi sconcertanti elementi sui loro denti. Ecco come sono andate le cose secondo l'avvocato di famiglia

Al funerale del Principe Filippo, accadrà una cosa mai vista nella storia della monarchia britannica: come e dove seguire la funzione in Tv

Al funerale del Principe Filippo, accadrà una cosa mai vista nella storia della monarchia britannica: come e dove seguire la funzione in Tv

L'appello della sorella di Mina: "Ridatemi le cose di mia sorella, sul cellulare ci sono tutte le sue foto, tutti i nostri ricordi"

L'appello della sorella di Mina: "Ridatemi le cose di mia sorella, sul cellulare ci sono tutte le sue foto, tutti i nostri ricordi"

Clara Hyun Lee, modella americana muore a Roma cadendo dalla finestra del B&B

Clara Hyun Lee, modella americana muore a Roma cadendo dalla finestra del B&B

Denise Pipitone: perché la magistratura dovrebbe riaprire le indagini e cosa è successo dopo la scomparsa. Parla la pm che si occupò del rapimento della bambina

Denise Pipitone: perché la magistratura dovrebbe riaprire le indagini e cosa è successo dopo la scomparsa. Parla la pm che si occupò del rapimento della bambina

Piera Maggio getta ombre sulle indagini sul caso Denise Pipitone: "Pm ostacolati"

Piera Maggio getta ombre sulle indagini sul caso Denise Pipitone: "Pm ostacolati"