Neonato abbandonato in un sacchetto di plastica

Neonato trovato morto a Terni, chiuso in un sacchetto di plastica: la mamma ha avuto un’altra figlia durante lo sconto della pena. La decisione di giudici

29enne accusata di aver abbandonato un neonato davanti ad un supermercato: diventata mamma di un'altra bambina

Era stata condannata per infanticidio, per aver abbandonato un neonato davanti ad un supermercato di Terni, all’interno di un sacchetto di plastica. Il piccolo era poi morto per asfissia. La vicenda risale al 2018 e dopo le indagini, le forze dell’ordine erano riuscite a risalire all’autrice del gesto.

Neonato abbandonato in un sacchetto di plastica
Credit: pixabay.com

Dopo la condanna di 14 anni, la mamma è stata trasferita in una struttura protetta, dove in seguito ad un rapporto con un altro detenuto, ha dato alla luce un’altra bambina, nata il 15 settembre 2020.

Davanti alle accuse di infanticidio, la donna ha sempre dichiarato di non aver mai voluto uccidere il suo bambino. Il suo intento era quello di abbandonarlo davanti ad un luogo frequentato, così che qualcuno lo avesse trovato e dato una vita migliore. Quando però il piccolo è stato trovato, era purtroppo già morto soffocato.

La richiesta della procura generale

Dopo la nascita dell’altra bambina, la procura generale ha chiesto il ripristino della custodia cautelare in carcere. L’accusa, dopo il contatto avuto con un uomo, è di violazione dei domiciliari.

Neonato abbandonato in un sacchetto di plastica
Credit: pixabay.com

I legali della mamma hanno fatto ricorso davanti ai fatti, dichiarando che la donna ha mostrato un comportamento amorevole nei confronti della piccola. Fatto confermato anche dagli assistenti sociali. Anche la Corte d’Appello di Perugia, si è dichiarata a favore del mantenimento degli arresti domiciliari. Secondo i giudici, la donna non ha violato gli arresti domiciliari, poiché il trasferimento in un’altra struttura è stato deciso dalla comunità per via delle norme anti-covid e non le è mai stato imposto alcun divieto di avere contatti con altri. O di comunicare la gravidanza.

Neonato abbandonato in un sacchetto: “Abbandono morale e materiale”

Per quanto riguarda la tragedia del 2018, i giudici hanno stabilito che si è trattato di “un abbandono morale e materiale“, ma ora nella comunità la 29enne ha tutto il sostegno di cui ha bisogno per crescere la sua bambina.

Neonato abbandonato in un sacchetto di plastica
Credit: pixabay.com

L’accusa, d’altro canto, ritiene che la detenuta avrebbe potuto chiedere un supporto economico, anche alla sua famiglia, per garantire al piccolo di crescere con la sua mamma, invece di lasciarlo nel parcheggio di un supermercato, chiuso in un sacchetto di plastica.

La 29enne, prima della vicenda, era già mamma di una bambina di 4 anni, in seguito affidata ai nonni.

Cambio di colore delle Regioni: chi rischia il rosso?

Cambio di colore delle Regioni: chi rischia il rosso?

"Mamma sto male!" Alessia entra in coma nel giorno del suo 22esimo compleanno

"Mamma sto male!" Alessia entra in coma nel giorno del suo 22esimo compleanno

Ragazza di 17 anni morta in casa: quali sono le cause del decesso?

Ragazza di 17 anni morta in casa: quali sono le cause del decesso?

“Viviamo tra topi e sporcizia mentre lui è milionario”: la madre punta il dito contro un noto vip

“Viviamo tra topi e sporcizia mentre lui è milionario”: la madre punta il dito contro un noto vip

Assembramenti davanti ai supermercati Lidl, la gente si  accalca per comprare un nuovo prodotto

Assembramenti davanti ai supermercati Lidl, la gente si accalca per comprare un nuovo prodotto

Omicidio del piccolo Giuseppe Dorice: la decisione nei confronti della madre Valentina Casa, dopo la richiesta dei legali

Omicidio del piccolo Giuseppe Dorice: la decisione nei confronti della madre Valentina Casa, dopo la richiesta dei legali

Mamma di un ragazzo disabile implora il vaccino: in suo aiuto, il commovente gesto di un 91enne

Mamma di un ragazzo disabile implora il vaccino: in suo aiuto, il commovente gesto di un 91enne