Rovigo morta Bebe Prini prima ricostruzione

Rovigo, morta Bebe Prini a 10 mesi: la prima ricostruzione degli inquirenti sull’accaduto

Rovigo, la prima ricostruzione degli inquirenti, sulla morte della piccola Bebe Prini, la neonata di 10 mesi

La piccola Bebe Prini, di 10 mesi è morta nella tarda mattinata di ieri, domenica 7 giugno, nella sua abitazione a Castelnovo Bariano, in provincia di Rovigo. Gli inquirenti stanno lavorando per cercare di capire la dinamica dell’accaduto ed in una prima ricostruzione, sono emersi dettagli molto importanti.

Rovigo morta Bebe Prini prima ricostruzione

Erano circa le 12.43, quando il 118 ha ricevuto una chiamata del papà della neonata, in cui ha detto: “La bimba è fredda, la mamma sta facendo la respirazione bocca a bocca!” 

Sul posto è arrivata tempestivamente un’ambulanza ed i medici, hanno provato le manovre di rianimazione per circa un’ora, ma ogni loro tentativo si è rivelato del tutto vano. Infatti alla fine, ne hanno potuto dichiarare solamente il decesso.

Rovigo morta Bebe Prini prima ricostruzione

La piccola Bebe è nata lo scorso 25 luglio ed è l’ultima di 5 fratelli. Il papà italiano e la mamma di origini romene, sono stati ascoltati dalle forze dell’ordine, per tutto il pomeriggio di ieri.

In una prima ricostruzione degli inquirenti, è emerso che nella giornata di sabato, avevano portato la bimba al pronto soccorso di Legnano, poiché accusava vomito e diarrea.

Poco dopo essere arrivata, le è stata diagnosticata una gastroenterite e subito dopo è stata rimandata a casa, perché la sua situazione non era grave. Le sue condizioni si sono iniziate ad aggravare, fino al suo decesso, nella mattinata di domenica.

Rovigo morta Bebe Prini prima ricostruzione

La Procura di Verona, ora, sta indagando su questo drammatico episodio ed infatti è stata posta sotto sequestro anche la sua cartella clinica. Il reato sul quale verranno disposti gli accertamenti è: morta come conseguenza di altro reato.

Lo scorso venerdì 5 giugno, è deceduta anche un’altra neonata di 2 mesi a Lanciano, in provincia di Chieti. Però in questo caso, si pensa che il suo decesso sia avvenuto a causa della “Sindrome della morte in culla”, una condizione molto rara, che colpisce i neonati.

Rovigo morta Bebe Prini prima ricostruzione

Ci saranno ulteriori aggiornamenti su questa vicenda.

DPCM con regole più restrittive in arrivo: coprifuoco nazionale?

I medici di base lanciano un appello: "Necessario un auto lockdown"

La testimonianza di Daniele Mondello sul settimanale Giallo

Incidente a San Salvo Marina, Sara Amma Favia morta a 17 anni

Autocertificazione in Campania per gli spostamenti: cosa c'è da sapere

Lombardia, necessaria autocertificazione per chi circola dalle 23 alle 5

Modena, Covid-19: focolaio al Policlinico nel reparto di neonatologia