autopsia anna borsa

Salerno, i primi risultati dell’autopsia di Anna Borsa: uccisa a 29 anni dall’ex fidanzato

Salerno, i primi risultati dell'autopsia di Anna Borsa: la ragazza uccisa a 29 anni dal suo ex fidanzato

Sono ancora in corso tutte le indagini per il terribile femminicidio di Anna Borsa, la ragazza uccisa a 29 anni dal suo ex fidanzato. Nelle ultime ore sono arrivati anche i primi risultati dell’autopsia, che è stata eseguita nella mattinata di venerdì 4 marzo.

autopsia anna borsa
CREDIT: FACEBOOK

Questa vicenda straziante ha sconvolto l’intera comunità, ma soprattutto i familiari della vittima. In realtà lei aveva paura a denunciarlo.

L’omicidio di Anna Borsa è avvenuto nella mattinata di martedì 1 marzo. Precisamente fuori il salone di parrucchiera in cui lavorava ormai da anni, nel piccolo comune di Pontecagnano di Faiano, in provincia di Salerno.

Il suo ex fidanzato si era presentato fuori al negozio, con in mano un trolley. Diceva che doveva andare via e voleva salutare la sua ex. Tuttavia, ad un certo punto, Alfredo Erra ha tirato fuori una pistola e le ha sparato, togliendole la vita.

autopsia anna borsa

Dall’autopsia, il medico legale ha scoperto che la ragazza è stata uccisa con un solo colpo di arma da fuoco. Il proiettile l’ha colpita alla tempia, a meno di un metro di distanza ed è uscito dall’altra parte.

L’uomo prima di fuggire, ha anche sparato al nuovo compagno di Anna, che era andato a controllare dopo aver sentito gli spari. Il ragazzo risulta essere ricoverato in ospedale, in condizioni molto gravi.

Il precedente episodio di violenza che ha subito Anna Borsa

Questo non era il primo tentativo di Alfredo Erra di uccidere la sua ex fidanzata. A gennaio, secondo il racconto di una collega, l’uomo in un precedente episodio avrebbe gettato sulla ragazza alcol e benzina.

Tuttavia, alcuni passanti sono riusciti a fermarlo e ad evitare che le mettesse fuoco. In tanti hanno provato a convincere Anna Borsa a denunciarlo, ma lei purtroppo aveva paura.

autopsia anna borsa
CREDIT: FACEBOOK

Pochi minuti prima del suo omicidio, ha raccontato ad una cliente che era terrorizzata e che Alfredo Erra la stava minacciando da un po’ di giorni. La loro relazione era finita a luglio dello scorso anno, ma l’uomo non riusciva a farsene una ragione.