arma 18enne

Spara alla compagna 18enne e poi si toglie la vita: trovata l’arma del delitto

Bari, 18enne ferita dal compagno che poi si è tolto la vita: trovata l'arma usata per il delitto

Sono in corso tutte le indagini per la triste vicenda avvenuta nella serata di mercoledì 16 novembre, nella provincia di Bari. La 18enne colpita dal suo compagno con un’arma, non risulta più essere in pericolo di vita. Il ragazzo invece, dopo il delitto, si è tolto la vita.

arma 18enne

Gli inquirenti per ora stanno cercando di fare il possibile, per avere delle informazioni su questo episodio e soprattutto per capire la dinamica di questa famiglia.

I fatti sono avvenuti intorno alle 19 di mercoledì 16 novembre. I due ragazzi vivevano in un’abitazione che si trova in via Martin Luther King, a Cassano delle Murge, nella provincia di Bari.

La bambina di circa 2 anni, in quei minuti non era in casa, poiché pare fosse dai nonni materni. I primi a lanciare l’allarme sono stati alcuni vicini, nel sentire prima le urla, poi gli spari e successivamente il silenzio.

arma 18enne

Da ciò che è emerso in queste ultime ore, gli agenti dopo un controllo nell’abitazione, hanno ritrovato l’arma usata per il delitto. Però non è ancora chiaro se fosse detenuta illegalmente o correttamente registrata.

Tuttavia, sulle altre scoperte fatte dalle stesse forze dell’ordine, c’è il massimo riserbo. Sono ancora tante le cose da chiarire dietro questo episodio, che ha portato al decesso di un ragazzo di 21 anni di origini albanesi.

Le condizioni della 18enne colpita dal compagno

La giovane mamma dopo l’arrivo dei sanitari della casa, è apparsa sin da subito in condizioni molto gravi. Il compagno l’ha colpita al petto con quell’arma e successivamente si è tolto la vita.

Dopo un ricovero d’urgenza al Policlinico di Bari e i tentativi dei medici, al momento, non risulta più essere in pericolo di vita. Per ricostruire la vicenda, gli agenti ascolteranno la sua versione dei fatti, quando starà meglio.

arma 18enne

Da alcune testimonianze per la famiglia non hanno mai fatto alcun tipo di segnalazioni agli assistenti sociali. I genitori della ragazza, inoltre, pare aiutassero molto la coppia nella crescita della loro bimba.