Tonino Cripezzi de I Camaleonti morto

Tonino Cripezzi: come è stato trovato il suo corpo senza vita

Valerio Veronese, chitarrista dei Camaleonti, racconta il drammatico momento del ritrovamento del corpo di Tonino Cripezzi

Il mondo della musica italiana in questi giorni è a lutto per la morte improvvisa ed inaspettata di Tonino Cripezzi, tastierista, cantante e storico membro dei Camaleonti. Valerio Veronese, il chitarrista della band, ha raccontato i drammatici momenti in cui ha trovato il corpo senza vita del suo collega e soprattutto amico di una vita.

Tonino Cripezzi de I Camaleonti morto

I Camaleonti sabato scorso si trovavano a Pescara per un concerto di beneficenza nel parco di Villa De Riseis. Intorno alle 20:00 avevano cenato insieme al loro manager e ad alcuni fan, per poi dirigersi verso il luogo del concerto.

Dopo le solite due ore di musica, i musicisti hanno raggiunto il loro hotel a San Giovanni Teatino, in provincia di Chieti, e ognuno è salito nella sua stanza per dormire. Era circa l’una di notte.

L’indomani mattina, la prima ad accorgersi che ci fosse qualcosa di strano è stata la moglie di Tonino Cripezzi, che non ricevendo risposta alle numerose telefonate si è allarmata.

Come è stato trovato il corpo di Tonino Cripezzi

Tonino Cripezzi de I Camaleonti morto

A fornire i dettagli drammatici del momento in cui è stato trovato il corpo senza vita di Antonio, è stato Valerio Veronese, chitarrista della band, che raggiunto da Il Corriere della Sera ha raccontato:

Non ricevendo risposta da lui, sua moglie ha chiamato la hall dell’albergo e il personale ha provato a sua volta a chiamare la camera. Dopo un po’ le donne sono salite a bussare forte forte alla porta, ma nessuna risposta. Allora sono salito io con le donne delle pulizie che hanno aperto la porta ma che non volevano entrare.

Poi il musicista ha spiegato che è entrato lui e lo ha trovato sul letto, a pancia in giù, che non si muoveva più.

Tonino Cripezzi de I Camaleonti morto

Veronese ha poi spiegato che Tonino era in cura per il diabete, aveva fatto lo stent ed era sempre sotto controllo rigido, con la moglie che lo seguiva da vicino.

Però si sa, queste cose capitano quando meno te lo aspetti. È venuto a mancare un pezzo di noi, a livello umano e musicale. Negli anni d’oro giravamo sei mesi all’anno ed eravamo sempre insieme. Con il tempo questa cosa è calata, il lavoro stesso è calato, ma il legame è sempre rimasto lo stesso. Stavamo invecchiando insieme.

A portare via Tonino Cripezzi è stato molto probabilmente un infarto. Il ritrovamento del corpo è avvenuto intorno alle 11:00 del mattino, ma lui è morto presumibilmente intorno alle 4:00, nel sonno.