domiciliari Valentina Boscaro

Valentina Boscaro e le grida nella sua abitazione: “Non vedrò più mia figlia”

Inizia a rendersi conto di ciò che rischia, da 14 anni di prigione all'ergastolo. Valentina Boscaro sa che non potrà più vedere la sua bambina

“Non vedrò più mia figlia”, questa è la frase urlata da Valentina Boscaro all’interno della sua abitazione nel padovano, dove sta scontando i domiciliari con braccialetto elettronico, in attesa della condanna definitiva.

domiciliari Valentina Boscaro

La donna ha tolto la vita al fidanzato Mattia Caruso, con un colpo dritto al cuore. Il Gip ha disposto i domiciliari, poiché è mamma di una bimba di 6 anni. Anche se la minore al momento è affidata al padre biologico e spetterà soltanto al Tribunale dei Minori decidere se organizzare incontri tra madre e figlia, sotto sorveglianza, durante le indagini.

Valentina Boscaro inizia a realizzare la realtà e la gravità del suo gesto, che potrebbe costarle dai 14 anni di reclusione all’ergastolo. Ciò dipenderà dagli elementi che emergeranno dopo le indagini degli inquirenti.

confessione Valentina Boscaro

La donna ha raccontato di aver colpito Mattia Caruso per difendersi, dopo l’ennesima lite. L’uomo beveva, faceva uso di sostanze stupefacenti e la picchiava. Quella sera la stava strattonando per gli slip e, quando ha visto l’arma sul cruscotto, ha agito d’impulso. Ma voleva soltanto ferirlo.

confessione Valentina Boscaro

Una versione dei fatti che però non convince le forze dell’ordine. Dai primi risultati dell’autopsia, effettuata sul corpo senza vita del 30enne, è emerso che la causa del decesso è un solo colpo al cuore, preciso, come se sia stato colpito alla sprovvista. Nessun altro segno di colluttazione o di difesa. Non solo, Mattia aveva accostato senza sbandare, cosa poco probabile dopo un colpo al cuore.

Saranno gli altri esami sul corpo, quelli sull’arma del delitto e sui telefoni di entrambi, a dare risposte a tutti i dubbi degli inquirenti.

La donna ha perso credibilità dopo la prima messa in scena. Si era fatta trovare in lacrime, con il fidanzato agonizzante sulle gambe. Aveva raccontato di un uomo misterioso con il cappuccio, con il quale Mattia si era allontanato, per poi fare ritorno insanguinato. Forse una resa dei conti. Ma ben presto, durante l’interrogatorio, gli agenti sono riusciti a smascherarla e Valentina Boscaro è crollata, ammettendo di essere lei l’autrice del delitto e definendosi esasperata da quella relazione.