antifiammatori-naturali-cervicale

Antinfiammatori naturali per la cervicale: ecco quali sono

Quando i sintomi sono da lievi a moderati possiamo trovare sollievo con antinfiammatori naturali per la cervicale, ma non solo

Gli antinfiammatori naturali per la cervicale sono un grande aiuto contro il tipico dolore che si manifesta, generalmente, diffuso dalla nuca alle spalle.

Oggi come oggi, la maggior parte delle persone soffre di cervicale, poiché è spesso la conseguenza della postura scorretta assunta durante il giorno, mentre si lavora davanti al pc.

Non solo. Le cause del male alla nuca sono varie, più o meno gravi, e le possibilità di cura naturale rappresentano una soluzione valida per attenuare i sintomi da lievi a medi.

Cervicale: sintomi e cause

cervicale-cause

Il cervicalgia è un dolore localizzato sulla nuca, che si irradia anche verso le braccia e le spalle. La cervicale, in alcuni casi, può dare altri problemi come:

  • Vista offuscata
  • Muscolatura del collo rigida
  • Formicolii e intorpidimento degli arti superiori
  • Vertigini
  • Nausea
  • Fastidio all’orecchio (ronzii)

Le cause della cervicale sono varie e nella maggior parte dei casi è la postura errata della schiena e del collo a dare questo tipo di dolore.

Ci sono poi altri motivi che possono portare a problemi di cervicale:

  • Vita sedentaria
  • Colpi di freddo
  • Stress e tensioni
  • Difetti alla bocca, in particolare a livello delle arcate dentali che non si chiudono bene
  • Posizioni scorrette durante a letto
  • Traumi (che provocano lesioni a muscoli e articolazioni del collo)
  • Sforzi eccessivi

Nei casi più gravi, legati appunto ad eventi di tipo traumatico, possono avere come esito, ad esempio,  la degenerazione dei dischi intervertebrali e la stenosi del canale vertebrale – ovvero un restringimento del canale vertebrale.

I rimedi per il dolore cervicale naturali sono un’ottima soluzione per alleviare tensioni e fastidi.

Gli impacchi di sale grosso

cervicale-sale-grosso

Chi soffre di cervicale non traumatica può provare questo  rimedio naturale efficace a base di sale grosso per sfiammare e calmare il dolore attravero il calore.

È possibile trovare in commercio dei cuscini riempiti già di sale, che si possono riscaldare in forno o sul termosifone.

Altrimenti, si può utilizzare un panno di lana, cotone o lino, riscaldato, con all’interno il sale, da tenere per qualche minuto sulla nuca.

Procedimento fai da te

Per preparare l’impacco, fate riscaldare il sale grosso in una padella antiaderente, fino a quando non inizia a scoppiettare. Versate il sale in un canovaccio oppure in una federa e richiudere bene.

Appoggiate sulla parte dolorante l’impacco e rilassatevi per circa venti minuti. Mettetevi in una posizione comoda e tenete la federa fino a che il sale non si sia raffreddato.

Potete riutilizzare lo stesso sale fino a tre o quattro volte, dopo le quali è consigliabile sostituirlo per i successivi impacchi.

Controindicazioni

Tale rimedio serve per  ridurre la contrattura, tuttavia, l’impacco potrebbe peggiorare i sintomi se la causa della cervicale non è la contrattura muscolare.

Una volta appoggiato l’impacco sulla nuca, si avrà un miglioramento del sintomo, per via della vasodilatazione locale, ma una volta finito l’effetto, la vasocostrizione successiva potrebbe peggiorare il male alla nuca.

Impacchi di fiori di fieno

Anche gli impacchi di fiori di fieno hanno proprietà miorilassanti, per cui se applicati sulla nuca possono alleviare i dolori e  l’infiammazione.

 Come si usano

Si possono sfruttare i benefici dei fiori di fieno per fare dei bagni caldi, versando nell’acqua della vasca da bagno il decotto.

Si può fare anche un impacco sulla zona dolente, appoggiando un sacchetto riscaldato a vapore e umettato di tanto in tanto con acqua.E’ un trattamento proposto anche nelle Spa.

Tuttavia, sono disponibili sacchetti di fiori di fieno già pronti nei negozi specializzati e nelle farmacie.

Di solito, i sacchetti ai fiori di fieno si riscaldano immergendoli in un recipienti pieno di acqua a quaranta gradi, per cinque  minuti.

Si toglie poi  il sacchetto con la compressa ai fiori di fieno e si lascia  sgocciolare bene, anche strizzandolo un po’.  I fiori si possono utilizzare fino a due o tre volte, basta  farli asciugare dopo ogni applicazione, per non farli ammuffire.

Come si fa l’impacco

Dopo aver messo il sacchetto di fiori di fieno caldo sulla parte da trattare, quest’ultimo va coperto con un telo e poi una coperta, per trattenere il calore.

Tenere in posa il tempo consigliato, anche da mezz’ora a un’ora, finché non si sente una sensazione di freddo.

L’impacco si fa stando sdraiate e, una volta tolto, si deve rimanere distese ancora per venti minuti circa.

Controindicazioni

I bagni ai fiori di fieno, anche se vengono consigliati per tutte le forme degenerative e stati infiammatorie, sono sconsigliati in soggetti con cardiopatie ischemiche croniche, angina pectoris,insufficienza renali ed epatiche gravi, fratture ed emorragie.

Pertanto, prima di provare un trattamento simile, chiedere sempre un consiglio al vostro medico.

Massaggio e oli essenziali

massaggio-cervicale

Un altro rimedio contro il fastidio cervicale è fare un massaggio specifico per sciogliere la rigidità muscolare nella parte alta del collo.

Esistono tante tipologie di massaggio – che lo specialista è in grado di consigliare in base al problema specifico – e generalmente viene svolto con le sole mani.

In  altri casi il massaggiatore  usa anche  l’avambraccio per imprimere ulteriore pressione sulla zona interessata.

Si eseguono anche manovre dolci di movimento del collo, come lo stretching. Di solito il massaggio per la cervicale parte dalla zona delle spalle fino ad arrivare al collo.

I benefici

I  massaggi possono essere una terapia contro la cervicalgia perché riescono a stimolare i tessuti muscolari per ammorbidirli.

Per cui, il movimento delle mani può far scomparire la sensazione di blocco, il dolore e i capogiri.

Gli oli naturali

Alcuni oli naturali si usano per il massaggio cervicale, per attenuare l’infiammazione su nuca e spalle.

La digitopressione riesce di per sé a dare sollievo perché permette di decontrarre i muscoli che causano dolore proprio quando sono tesi e infiammati.

E gli oli essenziali impiegati durante il massaggio amplificano gli effetti benefici, perché riscaldano la zona, richiamando l’afflusso di sangue negli strati più superficiali della pelle.

L’infiammazione si riduce proprio grazie a questa azione sulla circolazione. Il massaggiatore diluisce gli oli essenziali a una crema  oppure a un altro olio per massaggio.

Gli oli essenziali che si usano per alleviare la cervicale sono:

  •  L’olio di ginepro, che stimola la produzione corporea di cortisone, con uno spiccato effetto analgesico;
  • L’olio di abete bianco, che aumenta la vasodilatazione e la circolazione sanguigna locale;
  •  L’olio di zenzero che è un antidolorifico naturale.

Potete provare, se volete, anche tre esercizi per far stare meglio la cervicale, prima di sottoporvi a un massaggio professionale.

L’alimentazione

antifiammatori-naturali-cervicale

Anche la nostra alimentazione può essere di per sé un antinfiammatorio naturale, se include i cibi giusti.   Chi soffre di cervicale, dovrebbe prediligere gli alimenti antiossidanti, che, tra l’altro, aiutano anche ad avere la pelle perfetta.

Mangia molta frutta e verdura, almeno due porzioni ogni giorno e di vario tipo.

I grassi insaturi sono preferibili, come quelli presenti nell’olio d’oliva, nei semi di lino, nelle mandorle, nelle noci o nel pesce grasso come il salmone – da mangiare almeno due volte a settimana.

Per quanto riguarda la carne, le carni magre, come il pollo o il tacchino, sono meno infiammatorie delle carni rosse.

Benissimo anche i legumi – fagioli, piselli e lenticchie – che possono essere inseriti nella dieta come fonti proteiche benefiche.

Nella vostra dieta antinfiammatoria vanno bene anche cereali integrali, pane e riso integrale e anche pasta e farina d’avena.

Sono invece da evitare i cibi lavorati, che hanno meno nutrienti e più sostanze chimiche che causano infiammazione.

Creme e gel per sfiammare

cervicale-aloe-vera

Altrimenti possiamo alleviare i dolori applicando delle creme naturali o gel sulla zona interessata come quelle all’arnica montana, aloe vera e    agli oli essenziali.

Arnica montana

L’arnica montana applicata a livello topico, in forma di olio o gel, è un’ottima alleata contro il dolore cervicale, avendo proprietà antinfiammatorie e analgesiche.

Aloe Vera

Esistono anche degli unguenti di aloe vera, facili da reperire in erboristeria, che possono alleviare le tensioni muscolari del collo e delle spalle.

Se volete prepararlo in casa, dovrete seguire bene le istruzioni su come preparare il gel d’aloe vera – utilizzando ad esempio con la polvere liofilizzata di aloe vera -per ottenere un prodotto efficace.

Una volta stesa la crema sulla parte interessata, la sensazione di calore che si avverte da subito  scioglie la muscolatura.

Gli esperti consigliano di applicare il gel anche  per tre volte al giorno. Tuttavia chiedere sempre un consiglio al vostro omeopata o medico di fiducia.

Crema agli oli essenziali

Si può usare anche una particolare miscela di oli essenziali – selezionati tra i dieci oli essenziali per combattere lo stress – da spalmare delicatamente sulla zona, eseguendo un auto massaggio delicato, con semplici movimenti circolari.

Meglio non utilizzare mai gli oli essenziali in purezza, ma mescolarli con un olio vegetale di base, d’oliva, alla mandorla o alla jojoba o con una crema base neutra.

Le ricette

Diluire in 30 ml di olio base 5 gocce di olio essenziale di basilico , 10 gocce di olio essenziale di rosmarino  e 2 gocce di olio essenziale di lavanda.

Oppure in 50 ml di olio base, versare  5 gocce di olio essenziale alla camomilla, 5 gocce di olio essenziale di lavanda, 10 di olio essenziale di rosmarino e 10 gocce di olio essenziale di artiglio.

Stende una piccola quantità della miscela di olio sulla parte posteriore del collo e sulle spalle, fino ad assorbimento.

Appoggiare un pezzetto di stoffa di lino o di cotone riscaldata sulla parte trattata e mantenere per qualche minuto per far assorbire meglio gli oli.

Terapia mente e corpo

cervicale-terapia-mente

La maggior parte delle terapie mente-corpo mirano a ridurre i livelli di stress che spesso è la causa anche dei disturbi alla cervicale. Questa terapia si basa sul rilassamento, attraverso  la respirazione controllata, le immagini guidate e il diario personale.

Potete provare gli esercizi anche a casa, ma la cosa migliore da fare è affidarsi a un esperto terapista, che vi sappia condurre in questo tipo di terapia.

Esercizi di respirazione controllata

La respirazione tende ad accelerare con lo stress e l’ansia. Diventare consapevoli della propria respirazione e concentrandosi solo su di esso può avere un effetto calmante.

Esistono numerosi esercizi di respirazione controllata. Prima di tutto trova un posto tranquillo, anche in casa,  e fai un respiro lento e profondo attraverso il naso.

Mentre inspirata, contate  fino a dieci e concentratevi sull’ aria che tira i muscoli addominali superiori. Dopodiché espirate lentamente attraverso la bocca e contate nuovamente fino a dieci.

Questo esercizio può essere ripetuto fino a quando non si inizia ad avere una sensazione di rilassamento.

Scrivere un diario personale

Esprimere le emozioni su un diario personale può aiutare a ridurre lo stress e può anche contribuire a migliorare il pensiero.

Se non riusciamo a scrivere, un’altra possibilità è quella di registrare un diario audio. La cosa importante è annotare le proprie emozioni per tirarle fuori dalla nostra mente  e non è necessario condividere il diario con qualcun altro.

Le immagini guidate

Concentrarsi su immagini, metafore o storie può dare alla persona un senso di controllo e un effetto calmante. Alcuni esempi di situazioni o immagini a cui pensare possono essere:

  • Un ambiente sereno: per raggiungere uno stato di calma, può essere utile immaginare un luogo rilassante, come, ad esempio, un’isola paradisiaca con acqua limpida e una brezza fresca.
  • Visualizzare il dolore:  si può trovare  sollievo, anche se solo temporaneo, immaginando che il loro dolore non ci sia più, immaginandolo come una palla rossa palpitante sul collo. Si può visualizzare la palla mentre si sposta verso la spalla, il gomito, la mano e infine lascia le punte delle dita, fino a scomparire via.

Il sonno

Infine, anche una buona qualità del sonno e la corretta postura mentre si dorme sono un’ottima prevenzione e rimedio naturale contro l’infiammazione.

Considerando che si dorme circa otto ore ogni notte, dormire nella giusta posizione, utilizzando un cuscino  per cervicale,  può fare la differenza sulla muscolatura.

Potrebbe interessarti