Come disinfettare la frutta, in sicurezza

Disinfettare la frutta, come si fa? Ecco come mangiare in tutta sicurezza questi alimenti preziosi per la salute, ricchi di vitamina C

Home > Cucina > Come disinfettare la frutta, in sicurezza

Disinfettare la frutta è fondamentale. Prima di mangiare ogni tipologia di frutta dovremmo lavarla con cura, utilizzando tutte le tecniche utili per poter portare in tavola solo alimenti sicuri. Non rinunciamo a un carico di vitamina C utile per la salute. A patto di sapere come lavarla.

Come disinfettare la frutta

Mangiare frutta e verdura è assolutamente fondamentale per il corretto funzionamento del nostro organismo. Gli esperti lo consigliano di continuo, sottolineando che dovremmo mangiare almeno 5 porzioni al giorno di questi alimenti della natura. Dovremmo variare ogni giorno, sfruttando tutti i colori che Madre Natura mette a disposizione per la nostra salute. E per il nostro palato. La frutta è buonissima e dovremmo portarla in tavola più spesso, magari come snack o spuntino, all’interno di una sana e corretta alimentazione. Dopo averla lavata bene, però.

Perché è fondamentale pulire la frutta

Prima di mangiare la frutta, dovremmo sempre lavarla. Anche se la sbucciamo. Sia se la mangiamo cotta sia se la mangiamo cruda (scelta migliore per i nutrizionisti, perché Così possiamo fare un pieno di vitamine e minerali fondamentali per la salute). Lavare la frutta e procedere a disinfettarla è importante per evitare di portare a tavola anche batteri e pesticidi. Che non fanno bene al nostro organismo.

pulire la frutta

La frutta è uno degli alimenti più sani che si possano mangiare. A patto di saperla maneggiare bene. Forse non tutti sanno che la superficie di ogni nostro frutto potrebbe essere ricoperta di germi e altre sostanze chimiche potenzialmente dannose per il corpo umano. Ognuno di noi cerca ogni giorno di proteggere i propri cari e se stessi da ogni possibile pericolo, anche e soprattutto a tavola. Dove non bisogna mai sottovalutare nessun aspetto.

Non dobbiamo dimenticare che frutta e verdura vengono coltivati all’aria aperta e possono essere oggetto di danni da parte delle intemperie e dell’inquinamento atmosferico. Durante la coltivazione potrebbero essere usate sostanze chimiche che dovrebbero proteggere le piante, ma che in realtà fanno male a noi esseri umani. A questo dobbiamo aggiungere lo sporco, i batteri e altri germi che potrebbero venire a contatto con la superficie se la frutta non viene manipolata con guanti e altre protezioni, dagli addetti alla vendita e dagli stessi clienti dei grandi punti vendita nei reparti self service.

Per questo la frutta va sempre lavata e disinfettata prima del consumo. Ci sono molti rimedi naturali che possiamo utilizzare conservando proprietà e sapore della frutta che portiamo in tavola.

Pulire bene la frutta

Usare il bicarbonato di sodio

Uno dei metodi più veloci e pratici per pulire e disinfettare la frutta è quello che sfrutta il bicarbonato di sodio, che è molto funzionale e non altera il sapore degli alimenti. Il bicarbonato di sodio è utile per eliminare i batteri e i residui di terra e di sporcizia dalla buccia della frutta, che così è perfettamente disinfettata.

Per usare il bicarbonato di sodio non dovrete far altro che versare qualche cucchiaio in una ciotola piena di acqua tiepida, ne troppo calda ne troppo fredda. Con questa soluzione potete lavare accuratamente la vostra frutta, facendo in modo che agisca bene sulla buccia sfregando per bene.

Disinfettare la frutta con l’aceto

Forse non tutti sanno che l’aceto è famoso anche per le proprietà antibatteriche e antisettiche. Quindi è utile per pulire ogni tipo di frutta e anche la verdura. È un rimedio totalmente naturale e non dobbiamo pensare che dia un sapore diverso agli alimenti, che rimangano tali e quali dopo il lavaggio.

Versate l’aceto in una ciotola piena di acqua tiepida, mescolate con cura e poi lavate frutta e verdura. Che così saranno in poco tempo pronte per essere portate in tavola e gustate in tutta la loro bontà e genuinità.

Quale aceto usare? Potete usare sia l’aceto di vino bianco sia l’aceto di mele, che si trovano comodamente in tutte le nostre dispense. Non servono quantità troppo eccessive, ne basta davvero poco, da mescolare con cura con acqua sempre tiepida.

Pulire la frutta con limone e aceto

Abbiamo già visto che l’aceto ha proprietà antisettiche e antibatteriche. Se aggiungiamo all’aceto qualche goccia di limone possiamo unire i suoi benefici all’azione igienizzante che ci aiuterà a lavare la frutta. Basterà mescolare acqua, aceto e limone in parti che devono essere uguali. Poi prendete una bottiglietta con tappo nebulizzante, così da usare questa soluzione come spray per disinfettare frutta e verdura.

Basterà coprire frutta e verdura con questa miscela, in ogni parte. Dovrete lasciare che la soluzione agisca per bene, così da eliminare ogni impurità, tutti i tipi di germi che potrebbero essere nocivi per la nostra salute. A questo punto riprendete la frutta e risciacquate con cura sotto l’acqua corrente. Ricordatevi che nel risciacquo l’acqua deve essere assolutamente fresca.

Olio tea tree oil, utile anche per pulire la verdura

Il tea tre oil può essere utilizzato in molti campi, per i suoi innumerevoli benefici. Lo usiamo ad esempio per la nostra bellezza, così come per il nostro benessere. Ma lo sapevate che si può comodamente usare anche in cucina per pulire frutta e verdura e disinfettare con cura questi alimenti, frutto della natura, che portiamo ogni giorno sulle nostre tavole?

Basteranno 4-5 gocce di olio tea tree diluite in una ciotola piena di acqua. Qui dentro potremo immergere la nostra frutta e la nostra verdura, lasciandola dentro per qualche minuto. Non serve che rimangono immerse per troppo tempo. Dopo averle tolte dall’acqua, possiamo procedere come prima al risciacquo della frutta sempre con acqua corrente fresca del rubinetto.

Disinfettare la frutta

I benefici del sale marino per pulire la frutta

Infine, un ultimo rimedio naturale molto utile e facile da utilizzare, perché tutti in casa abbiamo del sale marino. Dovete però prestare molta attenzione, perché il sale non si può usare per lavare tutta la frutta e tutta la verdura, ma solo quelle usate in particolari preparazioni. Il motivo è presto detto: il lavaggio in sale e acqua lascia un sapore decisamente salato, anche se si risciacqua. Ma dovete ad esempio lavare la verdura, che poi andrete comunque a salare, oppure le fragole per un ottimo risotto, potete comunque sfruttare questo rimedio.

Basta un cucchiaio di sale da mescolare in una ciotola con acqua tiepida. Prendete questa soluzione per poter pulire con cura la superficie della frutta e la verdura che andrete a mangiare. Dovrete risciacquare con estrema cura, più cura di quella che utilizzate con altri rimedi finora spiegati.

E i detergenti chimici per frutta e verdura?

In commercio esistono molti detergenti chimici che si possono utilizzare. Ma se ci sono dei rimedi naturali altrettanto validi, perché non preferire questi ultimi? Di solito i costi di questi prodotti sono anche molto alti e non si tratta di soluzioni che siano green e sostenibili. Anche perché stiamo parlando del cibo che andremo a portare sulle nostre tavole e che magari daremo ai nostri figli, quindi meglio andarci con i piedi di piombo.

Di sicuro i prodotti in commercio garantiscono risultati ottimali, a patto però di saperli usare bene e di seguire con scrupolo e attenzione le indicazioni riportate sulla confezione. Sciacquare bene alla fine è assolutamente fondamentale, per rimuovere i residui di prodotto che potrebbero rimanere attaccati sulla buccia della nostra frutta. Quindi sono da utilizzare con estrema cautela, preferendo quando possibile i vecchi e sempre funzionali rimedi della nonna.

Bigodino.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI