Vespa Bruno

Bruno Vespa in lutto: è morto il fratello Stefano Vespa

Terribile lutto per Bruno Vespa, il fratello minore del giornalista è venuto a mancare a causa di un malore improvviso, aveva 64 anni

Nel corso delle ultime ore è giunta una notizia riguardante Bruno Vespa che ha sconvolto l’intero mondo dello spettacolo. Il celebre gironalista si sta trovando ad affrontare un terribile lutto. Si tratta della morte di suo fratello Stefano Vespa il quale è deceduto a causa di un malore improvviso. Scopriamo insieme cosa è successo nel dettaglio.

Lutto per Bruno Vespa. Nel corso delle ultime ore è venuto a mancare il fratello minore del celebre giornalista. Quest’ultimo si chiama Stefano Vespa ed anche lui esercitava la professione di giornalista con una grande carriera alla spalle. L’uomo ha lasciato tutta la sua famiglia all’età di soli 64 anni.

Vespa Bruno

Senza alcuna ombra di dubbio, Bruno Vespa è uno dei giornalisti più amati e stimati all’interno del mondo mediatico. Di recente una terribile tragedia ha colpito l’intera famiglia del giornalista. Si tratta della morte di suo fratello minore Stefano Vespa. Quest’ultimo è decuto dopo aver accusato un malore improvviso che gli ha provocato un arresto cardio-circolatorio.

Stefano Vespa

Anch’egli giornalista, Stefano è deceduto nella prorpia abitazione. I primi a dare l’allarme sono stati i famigliari i quali erano preoccupati poiché l’uomo non rispondeva al telefono. Tempestivo è stato l’intervento dei vigili del fuoco che per entrare hanno dovuto forzare la porta. Tuttavia, inutili sono stati i tentativi di mantenerlo in vita. L’uomo è morto all’età di 64 anni.

giornalista foto

Stefano Vespa è nato a L’Aquila il 25 aprile 1957. Il fratello minore di Bruno Vespa ha una grande carriera alle spalle. Per ben 23 anni ha lavorato al quotidiano romano “Il Tempo”, in seguito si è spostato presso “Panorama” in cui è rimasto fino all’anno 2015.

Stefano Vespa foto

Una volta andato in pensione, Stefano ha deciso di non fermarsi. Infatti ha continuato a lavorare scrivendo per “Formiche.net”. Qui si occupava maggiornmente di politica. L’uomo era anche molto attivo sui social, aveva un profilo Twitter in cui nella biografia c’era scritto:

Giornalista, tennista (nc) emerito e milanista da metà anni Sessanta.