Sperti Gianni

Uomini e Donne, Gianni Sperti su tutte le furie: la lite con il noto cavaliere

Nello studio di Uomini e Donne, Gianni Sperti attacca un noto cavaliere, ecco cosa è successo

Senza alcuna ombra di dubbio Uomini e Donne è uno dei programmi televisivi più amati e seguiti nel mondo della televisione italiana. Nel corso delle ultime puntate Gianni Sperti è finito al centro dell’attenzione a causa della furiosa lite con un noto cavaliere. Scopriamo insieme cosa è successo nel dettaglio.

Sperti Gianni

Gianni Esperti non finisce mai di stupire tutti i suoi fan. Di recente l’ex ballerino è finito al centro delle news. Questa volta a renderlo protagonista di un gossip è stata l’accessa discussione avuta con Alessandro Vicinanza all’interno dello studio di Uomini e Donne.

A Uomini e Donne, nel corso delle ultime settimane, ad attirare l’attenzione è stata la frequentazione tra Roberta Di Padua e Alessandro Vicinanza. Così come ha raccontato la dama nello studio di Maria De Filippi, dopo essere stata corteggiata con mazzi di rose, uscite e baci, ha ricevuto una fredezza inaspettata da parte del cavaliere. Infatti la donna avrebbe inviato un dolce messaggio ad Alessandro il quale avrebbe risposto con una semplice emoticon.

A fare un intervento in merito alla questione è stato Gianni Sperti il quale ha lanciato forti accuse all’uomo. Quando Alessandro gli ha urlato contro di starsene zitto, il collega di Tina Cipollari è andato su tutte le furie e ha risposto:

Non stai a casa tua e se voglio parlo.

Alessandro Vicinanza non ha gettato le armi ed ha alimentato la lite accusando a sua volta l’opinionista di essere falso:

Vai avanti con la falsità, la bandiera della falsità!

La scena non è di certo passata in osservata ai fan di Uomini e Donne i quali non ci ha pensato due volte a commentarla. Queste sono state le loro parole:

Ma come fa una donna a rapportarsi con Alessandro? Questo ragazzo non finisce una frase, inizia e poi conclude con il suo “eeeeeehhhh capito?!” io mi chiedo seriamente cosa ci trovino.