Primo piano Gernot Swarovski

Addio a Swarovski, il re dei cristalli

Se ne va un pilastro della famiglia Swarovski, azienda leader nella produzione di gioielli di lusso

Si è spento il 21 gennaio 2021, all’età di 78 anni, Gernot Langes-Swarovski, vinto da una grave malattia contro cui combatteva da tempo. Solo nelle ultime ore la famiglia ha reso pubblico la notizia, annunciando che i funerali saranno celebrati nei prossimi giorni. Il defunto era il pronipote del fondatore dell’omonimo marchio. Aveva gestito la compagnia negli ultimi 35 anni, apportando il suo contributo nel renderla un leader mondiale nel settore della gioielleria di lusso.

Swarovski: fautore dell’ascesa

Swarovski Gernot guarda l'obiettivo

Gernot Langes-Swarovski passerà alla storia come il re dei cristalli. Difatti, è stato proprio lui il principale fautore dell’ascesa della compagnia a multinazionale riconosciuta in ogni angolo del pianeta, nonché punto di riferimento nel business della gioielleria.

Le migliori idee

Gernot Swarovski sorridente

Nato a Watten in Austria nel 1943, Gernot Langes-Swarovski ha saputo fin dal principio che sarebbe salito, un giorno, ai vertici dell’impresa, affermata nella realizzazione di gioielli di cristallo. Il fondatore, Daniel Swarovski, era suo bisnonno. A 24 anni entrò nel consiglio di amministrazione del noto brand, con il ruolo di amministratore delegato. In poco tempo seppe ampliare la gamma anche alla piccola gioielleria.

Si deve a lui, ad esempio, l’introduzione sul finire degli Anni Settanta delle figurine di cristallo Swarovski. Nel 1974 si ritrovò ad affrontare un periodo davvero complicato: a causa dello shock del prezzo del petrolio, la società subì un drastico crollo delle vendite, ma ebbe la capacità di condurre il marchio fuori dalla fase negativa.

Prelevò Aircraft Innsbruck

Gernot Swarovski parla ai microfoni

Nel delicato compito giocarono un ruolo determinante 200 membri della famiglia, in primis Christian e i fratelli Helmut e Gerhard. Prelevò persino Aircraft Innsbruck (successivamente ribattezzata Tylorean Airways), rimasta di proprietà esclusiva degli Swarovski fino al 1988.  

Swarovski: il passaggio di consegne al figlio Markus

Evento brand cristalli

Con l’avvento degli anni Ottanta Gernot, che era manager dell’azienda, rilevò la catena di gioielli statunitensa Zale, aprendo il primo negozio a New York. Tuttavia, la manovra risultò controproducente, creò ingenti perdite e nel 1991 si dichiarò fallimento, con un debito pari a 1,1 miliardi di euro. Le perdite furono stimate in circa 150 milioni e hanno lungamente pesato sul bilancio del brand. Nel prosieguo Gernot inaugurò il Museum Kristallwelten e ottenne numerose onorificenze. Nel 2002 il ritiro a vita privata, con il passaggio di consegne al figlio Markus, ancora oggi a capo.

Aurelio Andreazzoli, allenatore dell'Empoli, a lutto per la morte del fratello Alberto

Aurelio Andreazzoli, allenatore dell'Empoli, a lutto per la morte del fratello Alberto

Lutto nel giornalismo, Maria Cristina Ruini si è spenta a 52 anni

Lutto nel giornalismo, Maria Cristina Ruini si è spenta a 52 anni

Napoli, Alessandra De Rosa non ce l'ha fatta: si è spenta a 31 anni dopo aver contratto il Covid in gravidanza

Napoli, Alessandra De Rosa non ce l'ha fatta: si è spenta a 31 anni dopo aver contratto il Covid in gravidanza

Lutto nel mondo del calcio: Simone Perisan è morto a soli 39 anni

Lutto nel mondo del calcio: Simone Perisan è morto a soli 39 anni

Denise Pipitone: la paura di Piera Maggio su cosa accadrà

Denise Pipitone: la paura di Piera Maggio su cosa accadrà

Paura a Treviglio, due bambini rimasti intrappolati sul balcone: erano soli in casa

Paura a Treviglio, due bambini rimasti intrappolati sul balcone: erano soli in casa

Omicidio Willy, le parole di Mario Pincarelli dal carcere: "Sono a posto con la coscienza"

Omicidio Willy, le parole di Mario Pincarelli dal carcere: "Sono a posto con la coscienza"