Studenti bonus

In arrivo il bonus per i figli studenti: fino a 2000 euro. Ecco come funziona e a chi spetta

I figli che hanno frequentato dei corsi nell'anno 2018/2019 possono avere diritto a bonus

Sul proprio sito, l’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale (Inps) ha pubblicato il bando per borse di studio universitarie inerenti all’anno accademico 2018/2019. Dal 27 gennaio chi ne avrà i requisiti potrà richiedere sulla piattaforma un bonus fino a 2 mila euro per i figli studenti, indipendentemente dal proprio reddito Isee.

Bonus: chi ne ha diritto

Soldi bonus famiglia

Più esattamente avranno modo di richiedere un assegno da 2 mila euro gli studenti frequentanti Accademie di Belle Arti, Conservatori, Istituti musicali e Università durante l’anno accademico 2018/2019. Chi invece era iscritto a un corto post-lauream, potrà inoltrare domanda fino a mille euro. La scadenza ultima è fissata per il 1° marzo.

I punteggi e le scale di valutazione

Bonus per le famiglie in Italia

Ai fini dell’agevolazione l’Inps conferirà dei punteggi sulla base della fascia di reddito del cittadini presentanti richiesta: si va da una valutazione di 14 punti per chi presenta un Isee inferiore agli 8 mila euro, fino a una valutazione di 2 punti per chi ha un indicatore di situazione economica equivalente superiore a 40 mila euro.

Si stilerà dunque una graduatoria dei reclamanti, eseguendo la somma tra il punteggio Isee e la media ponderata dei voti ottenuti nell’anno accademico 2018/2019. Nel caso dei corsi post-lauream farà fede il voto di laurea conseguito.

Crediti e medie

Bonus casalinghe

Ci sono poi dei requisiti curriculari da rispettare. Per avere accesso al bonus è necessario aver maturato tutti i crediti durante l’anno analizzato e aver avuto una media pari ad almeno 24/30. Per quanto concerne, invece, i corsi post-lauream serve una valutazione minima di 92/110.

Bonus: l’iter per riceverlo

università migliori al mondo

Per inviare richiesta dell’assegno è indispensabile procedere in modalità telematica, accedendo al portale istituzionale dell’Inps. All’interno, dal 27 gennaio, sarà disponibile una apposita sezione per compilare la domanda. Tra gli altri dati, occorrerà riportare pure l’Iban o il numero di carta prepagata dove si desiderava ricevere l’importo. Per maggiori informazioni si prega di contattare il Contact Center dell’Inps, servizio telefonico con risponditore automatico, sempre attivo (24 ore su 24), al numero verde 803 164 da rete fissa o allo 06 164164 da cellulare.

Nuove intercettazioni sul caso di Denise Pipitone: una conversazione tra Jessica e Alice

Nuove intercettazioni sul caso di Denise Pipitone: una conversazione tra Jessica e Alice

Caso Denise Pipitone: spunta una nuova foto a Mattino 5 e un'importante rivelazione dell'avvocato Frazzitta

Caso Denise Pipitone: spunta una nuova foto a Mattino 5 e un'importante rivelazione dell'avvocato Frazzitta

Lutto negli USA: Tawny Kitaen è morta a soli 59 anni

Lutto negli USA: Tawny Kitaen è morta a soli 59 anni

Il triste racconto di Emma Marrazzo, madre di Luana D'Orazio: "Il bambino resta con noi"

Il triste racconto di Emma Marrazzo, madre di Luana D'Orazio: "Il bambino resta con noi"

Città di Castello, incidente mortale per una ragazza di 21 anni

Città di Castello, incidente mortale per una ragazza di 21 anni

I risultati dell'autopsia svolta sul corpo di Luana D'Orazio

I risultati dell'autopsia svolta sul corpo di Luana D'Orazio

Caso Denise Pipitone: importanti rivelazioni del legale Giacomo Frazzitta

Caso Denise Pipitone: importanti rivelazioni del legale Giacomo Frazzitta