Microvibrazione compressiva

Microvibrazione compressiva, cos’è questo trattamento e a che serve

Microvibrazione compressiva: a cosa serve, quali i benefici e per chi è indicato il trattamento di bellezza

Microvibrazione compressiva, cosa sapete di questo trattamento di bellezza? A cosa serve e a chi è indicato? Quando si può ricorrere alla microvibrazione e quando sarebbe meglio, invece, scegliere qualcos’altro? Ecco tutto quello che dovete sapere in merito.

Microvibrazione compressiva cellulite

La microvibrazione compressiva è un trattamento utilizzato per poter combattere la cellulite e altri inestetismi della pelle di tutto il viso e di tutto il corpo. È una tecnica che consente di trattare ogni parte del corpo, ridando tono al tessuto e rimodellandolo in maniera ottimale. Si tratta di un trattamento davvero molto efficace e i risultati si vedono già dopo le prime sedute. Ovviamente bisogna rivolgersi solo a professionisti, per poter ottenere subito risultati evidenti. E avere un corpo rassodato tramite la stimolazione dei fibroblasti che aiutano la produzione di collagene.

Il trattamento è utile per combattere la cellulite, un’infiammazione che colpisce soprattutto alcune zone del corpo e che fa comparire la cosiddetta buccia d’arancia. Può colpire a ogni età, anche tra i giovanissimi e di solito è più evidente in condizioni di sovrappeso. Ma può anche riguardare tutte quelle persone, in particolare donne, che soffrono di insufficienza venosa o che assumono la pillola anticoncezionale.

Il massaggio microvibrazione compressiva si ritiene che sia al momento il rimedio per la cellulite più utile, oltre che il più efficace in tempi non troppo lunghi. È l’ideale da scegliere in moltissimi casi, perché i benefici sono tanti e le controindicazioni quasi nulle.

Il trattamento non è assolutamente doloroso, anzi è un massaggio che dà piacere ed è rilassante. Mentre riduce dolore e infiammazione, si può contare anche sull’azione tonificante che darà una sensazione di benessere che durerà a lungo. Fin da subito si sentirà un sollievo soprattutto se si soffre di gonfiore alle gambe, indolenzimento, stanchezza, pesantezza.

Microvibrazione compressiva benefici

Quali sono i benefici

Quali sono i benefici di questo trattamento di bellezza? Sicuramente sono tante le azioni di questa terapia che non è assolutamente invasiva ed è del tutto sicura. Agisce in profondità senza dar fastidio o provocare danni alla circolazione del sangue. In particolare la microvibrazione compressiva:

  • permette di riattivare la circolazione del sangue in alcune zone specifiche del corpo, andando ad agire direttamente sul micro circolo
  • aiuta a eliminare i liquidi in eccesso e anche le scorie che accumulandosi potrebbero causare problemi alla nostra salute
  • riduce il dolore
  • aiuta a ritrovare la tonicità della pelle
  • aiuta a ritrovare la tonicità dei muscoli

La microvibrazione compressiva può essere utile anche in caso di traumi o nella medicina dello sport. Inoltre, il trattamento è indicato per allontanare ansia e stress, per risolvere problemi alla cervicale e anche per disturbi a carico del colon.

Una volta ottenuti i risultati quanto possiamo sperare di non vedere quella fastidiosa pelle a buccia d’arancia? La durata dei risultati dipende da molti fattori:

  • età del paziente
  • grado di infiammazione
  • cause della cellulite
  • peso corporeo
  • stile di vita

Se si segue uno stile di vita sano ed equilibrato, se si segue una dieta varia e ricca di alimenti amici della pelle, se si evitano eccessi, i risultati possono rimanere visibili anche fino a 5-6 mesi.

Microvibrazione compressiva

Microvibrazione compressiva, in cosa consiste il trattamento

La microvibrazione compressiva agisce in profondi sui tessuti. Si usa un cilindro, contenuto in un manipolo, che vanta 55 sfere rotanti posizionate a nido d’ape. Il professionista agendo con una leggera pressione può aiutare a sconfiggere la buccia d’arancia, permettendoci di dire addio alla cellulite.

In pratica la microvibrazione compressiva agisce direttamente sui recettori che fanno sentire il dolore, aiutando la risposta infiammatoria e lenendo diversi disturbi a carico della pelle. I meccanorecettori sono stimolati dal trattamento di bellezza e in poco tempo i pazienti sperimentano meno male e una migliore ossigenazione, grazie anche a una riduzione dell’infiammazione dei tessuti.

La tecnica trova diverse applicazioni. Sicuramente le zone del corpo più colpite dalla cellulite sono quelle che potranno trarre maggiori benefici, quindi cosce, fianchi, glutei, pancia, braccia, ginocchia. Bastano poco sedute per vedere la cellulite ridursi velocemente e in maniera decisamente efficace.

Il manipolo rullante composto da tantissime sfere è in grado di produrre delle microvibrazioni che agiscono direttamente sulle cause della cellulite. Il massaggio, infatti, va ad agire in profondità sulla stasi linfatica, sull’accumulo di cellule adipose, sui problemi di micro circolo e di circolazione del sangue. Agendo sulle cause, il trattamento diventa efficace non solo nel breve, ma anche nel lungo termine, ridonando compattezza ai tessuti, ridando ossigeno agli stessi e permettendo ai pazienti di dire addio alla buccia d’arancia, che colpisce soprattutto le donne, anche in giovane età.

Il rullo ruota su se stesso e agisce come una pompa linfatica, aiutando a eliminare liquidi e scorie in eccesso.

Microvibrazione compressiva controindicazioni

Controindicazioni

La microvibrazione compressiva è sicura e clinicamente testata. Il trattamento è soggetto a un protocollo scientifico sottoposto a test e ricerche di ricercatori di istituti medici e università di tutto il mondo. Ci sono delle linee guida da seguire alle quali attenersi affinché tutto possa procedere con sicurezza. I professionisti che praticano questo massaggio devono essere costantemente aggiornati, seguendo corsi di formazione con lezioni sia teoriche sia pratiche. Meglio accertarsi che abbiano un certificato che ne attesti la professionalità e la preparazione, oltre che l’esperienza.

Si tratta di un trattamento sicuro e non esistono particolari controindicazioni al trattamento. Può essere eseguito sempre, previa però analisi delle condizioni di salute del paziente: per questo è sempre bene partire con una seduta in cui si spiegano tutti i benefici e in cui l’esperto può conoscere qualcosa in più sul paziente, per poter adottare le tecniche migliori. Non è controindicato in caso di diabete o di altre malattie simili, così come in caso di problemi alla circolazione, anzi, è consigliato, mentre in gravidanza e in allattamento è meglio evitare.

Microvibrazione compressiva costi

Microvibrazione compressiva, costi

Quanto costa il trattamento di microvibrazione compressiva? Quali sono i prezzi dei massaggi anti cellulite e quante sedute in media occorrono per risultati ottimali che durano nel tempo? Di solito dopo una prima seduta per conoscere le problematiche del soggetto, si inizia una terapia più o meno lunga, che consiste in due trattamenti settimanali. Questo è il minimo per poter ottenere risultati ottimali in breve tempo, ma sarà il professionista a valutare intensità e durata delle sedute.

Generalmente per combattere la cellulite a fondo sono necessarie almeno una decina di sedute. Il professionista potrebbe valutare un numero minore o maggiore di massaggi a seconda della situazione che avrà valutato in sede di prima visita. Solitamente i costi sono variabili e sono molti i fattori che determinano i prezzi, come esperienza del professionista, studio scelto, città dove si eseguono i massaggi. In media i prezzi possono variare da un minimo di 60 euro a un massimo di 120 euro a seduta. Ogni seduta ha una durata variabile: se si trattano solo alcune zone del corpo si parla di una durata di mezz’ora, mentre per un trattamento total body si arriva anche a un’ora e mezza.

Dopo i primi trattamenti per eliminare la cellulite, è bene fare anche un ciclo di mantenimento, che prevedono un paio di sedute al mese per i primi 4 mesi almeno. Poi in seguito si può fare una sola seduta al mese. È sconsigliato fare una sola seduta, perché se effettivamente i risultati si vedono fin dal primo massaggio, questi saranno temporanei e dureranno poco, mentre attivando un piano di più incontri dallo specialista si potrà sperare in risultati che durano più a lungo.

Donna si fa il filler per riempire il viso: ecco il risultato

Perché devi smetterla di sognare di entrare nei pantaloni più stretti (e accettarti)

Frangia colorata: le dritte per cambiare stile e farsi notare

Olio di ricino per le ciglia: come usarlo per farle allungare

Elegante e per tutte le occasioni: perché devi rivalutare lo chignon

Sottotono della pelle, cos'è e perché dovresti sapere qual è il tuo

Le migliori postazioni trucco Ikea