Dolori al ginocchio: tutte le cause e i rimedi

Dolori al ginocchio, cosa fare? Innanzitutto è bene conoscere le cause del fastidio e poi mettere a punto tutti i rimedi migliori

Home > Benessere > Dolori al ginocchio: tutte le cause e i rimedi

Dolori al ginocchio, cosa fare? Per prima cosa non ci allarmiamo: non deve essere per forza un brutto segnale. Capire quali sono le cause che portano a soffrire di questo disturbo, può aiutare non solo a tranquillizzarsi, ma anche a sfruttare i rimedi utili per placare il dolore.

Dolore al ginocchio destro

Soffrire di dolori al ginocchio è molto comune. Anzi, spesso non ci facciamo più nemmeno caso, soprattutto se si tratta di un dolore cronico che ormai ci accompagna da qualche tempo. Non dovremmo mai sottovalutare, però, i segnali che il nostro corpo ci invia. Anche quando ci sembra che sentire male al ginocchio sia un disturbo banale, passeggero, in grado di passare da solo così come è arrivato.

Se il dolore si presenta raramente ed è lieve è normale pensare che si tratti solo di affaticamento o magari di postura sbagliata o, ancora, di scarpe non idonee a stare a lungo in piedi o a camminare molto. Ma se il dolore comincia a farsi persistente, a essere sempre più intenso tanto da rendere doloroso e faticoso ogni singolo passo e se non va via con un po’ di riposo o qualche massaggio, forse sarebbe il caso di sentire il proprio medico curante, per un’indagine più approfondita.

Scoprire le cause del dolore al ginocchio è fondamentale, perché solo capendo perché il nostro corpo ci manda quel segnale potremo attuare la terapia e il trattamento adeguati per potergli dire addio per sempre. O per un tempo che si spera sia il più lungo possibile. Nel frattempo possiamo usare rimedi che possono sempre tornarci utili in caso di dolore. A patto di promettere di farci visitare prima o poi dal medico curante o da un bravo ortopedico, ovviamente.

Dolore al ginocchio sinistro

Perché mi fa male il ginocchio destro o il ginocchio sinistro?

Come già sottolineato, il dolore al ginocchio è un sintomo molto comune, che può però nascondere qualcos’altro. La gonalgia, questo il termine usato in medicina, può essere provocato da diverse cause. Si può soffrire di dolore a un solo ginocchio oppure l’interessamento può riguardare sia il ginocchio destro sia il ginocchio sinistro. Il dolore, lieve o intenso, può essere accompagnato o meno da arrossamenti, infiammazioni, rigonfiamenti, riduzione della mobilità dell’articolazione, difficoltà a camminare.

Non esiste una causa univoca per quello che riguarda il dolore al ginocchio. Le cause, in realtà, possono essere molte:

  • rottura di un legamento (in tutto il ginocchio ha quattro legamenti: il crociato anteriore, il crociato posteriore, il colletarale mediale, il collaterale esterno)
  • rottura del menisco (di solito colpisce gli sportivi)
  • rottura del tendine rotuleo
  • frattura ossea (frattura dell’estremità distale del femore, dell’estremità prossimale della tibia, della rotula)
  • cisti
  • lussazione della rotula (o dislocazione della rotula)
  • borsiti (infiammazione di una borsa sinoviale del ginocchio)
  • sindrome della bandelletta ileo-tibiale (infiammazione della banda di tessuto fibroso che si trova nell’esterno coscia dall’anca fino al ginocchio)
  • tendinite rotulea (o ginocchio del saltatore)
  • artrosi a livello del ginocchio (o gonartrosi)
  • artrite reumatoide
  • gotta
  • artrite settica (infiammazione del ginocchio accompagnata da un’infezione batterica)
  • malattie autoimmuni
  • disturbi metabolici
  • osteomielite
  • tumori ossei primitivi
  • metastasi tumorali
  • necrosi vascolare asettica ossea

Possiamo anche sentire dolore al ginocchio in caso di traumi, incidenti, sovraccarichi, botte prese a carico di questa articolazione che sembra robustissima, ma che in realtà è molto delicata e soggetta a piccoli o grandi problemi. Purtroppo con il passare del tempo è normalissimo soffrire di dolori alle articolazioni, a causa dell’usura di queste ultime.

Esistono poi dei difetti presenti fin dalla nascita che possono portare a soffrire più spesso di dolore alle ginocchia, ma che possono essere corretti, come il valgismo (posizione anomala di una parte del ginocchio) e il varismo (mancata simmetria dell’articolazione) del ginocchio.

Dolore al ginocchio a letto

Dolore al ginocchio a riposo: perché fa male quando sono a letto

Il dolore al ginocchio potrebbe accompagnarci durante tutto il giorno o essere presente solo in alcuni momenti della giornata. Si tratta di un indizio fondamentale da conoscere e da riferire al medico, perché potrebbe aiutare a effettuare una diagnosi migliore e, di conseguenza, a trovare la cura ideale per non soffrire più.

Le cause potrebbero essere diverse a seconda del momento in cui si presenta il dolore o a seconda dell’attività che stiamo facendo in quel momento. Ad esempio, se ne soffriamo maggiormente dopo aver trascorso tutta la notte fermi a letto e quindi se il dolore compare al mattino per non farsi più sentire durante la giornata, forse si tratta di una degenerazione della cartilagine dell’articolazione (quella che ricopre la superficie inferiore del femore, la parte interna della rotula e la superficie superiore della tibia, proteggendo le ossa dallo sfregamento).

Se, invece, il dolore fa la sua comparsa dopo aver subito un trauma a carico del ginocchio o dopo essere stati a lungo inginocchiati per terra, al causa potrebbe essere la borsite. Ma si potrebbe anche trattare di un problema a carico del menisco e dei legamenti. E se il male lo sentiamo quando stiamo seduti troppo a lungo? La colpa è da individuarsi probabilmente in un’infiammazione che colpisce il tendine rotuleo nel punto in cui si inserisce la tibia (sindrome dolorosa femororotulea).

Il dolore potrebbe comparire dopo aver fatto sport e in questi casi la causa potrebbe essere un trauma o una tendinite, mentre se fate un movimento brusco del ginocchio meglio farsi controllare il menisco, perché potrebbe essere interessato da una lesione più o meno grave.

Infine, il dolore potrebbe comparire dopo aver camminato molto o essere rimasti per troppo tempo in piedi: in questo caso potrebbe trattarsi di artrosi, soprattutto se il soggetto ha superato la mezz’età.

Dolore al ginocchio rimedi

Rimedi della nonna per i dolori al ginocchio

Come trattare il dolore al ginocchio? Ovviamente sarebbe meglio conoscere prima la causa scatenante per poi adottare tutti i trattamenti utili per sentire meno dolore e curare la patologia che si nasconde dietro il sintomo. Ci sono dei farmaci utili per il trattamento (antinfiammatori o paracetamolo, per contrastare dolore ed eventuale infiammazione, ma anche cortisonici), così come altre terapie come la fisioterapia, le iniezioni e, nei casi più gravi, anche l’intervento del chirurgo (di solito si ricorre a un’operazione in caso di frattura o di rottura di una o più parti del ginocchio).

In un primo momento, se non notiamo altri sintomi oltre al dolore al ginocchio e se non abbiamo subito un trauma tale da indurci a rivolgerci al pronto soccorso, possiamo adottare tutta una serie di rimedi della nonna che si possono rivelare decisamente utili in molti casi. Tra i rimedi naturali più accreditati, ve ne citiamo alcuni:

  • stare a riposo, il rimedio migliore che ci sia per far passare il male al ginocchio se non ci sono fattori più gravi
  • applicare il ghiaccio 4-5 volte al giorno per un quarto d’ora ogni volta, coprendo il ghiaccio con un panno o un asciugamano
  • eseguire una compressione sul ginocchio
  • tenere la gamba più in alto rispetto alla schiena quando si è sdraiati
  • talvolta può essere utile usare dei tutori per il ginocchio se non si può stare a riposo troppo a lungo

Post trattamento e una volta individuata la causa e rimosso il problema, potrebbero essere utili sedute di fisioterapia e di ginnastica riabilitativa.

Prevenire il dolore al ginocchio è possibile? Dipende anche in questo caso dalle cause. Ma in linea di massima possiamo affermare che ci sono dei fattori di rischio che andrebbero evitati. Bisognerebbe cercare di prendersi più cura delle proprie ginocchia, soprattutto se si pratica sport che possono mettere a rischio l’articolazione o se si ha un lavoro che prevede di stare a lungo in piedi, inginocchiati o di camminare a lungo con scarpe non a norma. Anche guidare un mezzo per molte ore al giorno è un fattore di rischio non indifferente. Bisognerebbe poi mantenere stabile il proprio peso corporeo, evitando situazioni di sovrappeso e di obesità che a lungo andare possono causare un sovraccarico sugli arti inferiori, in particolare le ginocchia, ma anche le caviglie.

Sarebbe meglio fare un po’ di attività fisica per migliorare la funzionalità di questa parte del corpo e renderla più forte, soprattutto se in giovane età il ginocchio è stato interessato da traumi e infortuni, che in età matura e adulta potrebbero aumentare il rischio di soffrire di dolore al ginocchio cronico.

Dolore cronico al ginocchio

Quando andare dal medico

E se i rimedi non bastano? Meglio rivolgersi al medico curante se il dolore al ginocchio è troppo intenso da non riuscire nemmeno a piegarlo o a camminare o se notiamo che non passa nonostante tutti i nostri sforzi. Si tratta di un sintomo spesso sottovalutato, ma che andrebbe indagato più a fondo. Consultate il medico curante nel caso in cui:

  • il dolore sia persistente e presente da diversi giorni
  • il dolore non passa ne con il riposo ne con il ghiaccio
  • ci siano altri sintomi oltre al dolore come gonfiore, difficoltà a muoversi o a piegare l’articolazione
  • ci sia una distorsione al ginocchio

Chiedete prima consiglio al medico curante, che sicuramente vi indirizzerà a un medico ortopedico: attraverso l’anamnesi e alcuni indagini diagnostiche (come risonanza magnetica e raggi X, ma anche artroscopie -endoscopie dell’articolazione del ginocchio) sicuramente riuscirete a venire a capo del dolore al ginocchio, trovando la cura migliore per liberarvene per sempre. O per molto tempo, almeno.

Bigodino.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI