Vacanze a Genova

Vacanze a Genova, 15 cose che devi assolutamente fare

Vacanze a Genova, le mete che non potete assolutamente perdervi

Vacanze a Genova, dove andare per poter ammirare tutto quello che c’è da vedere nel capoluogo ligure? Non solo mare e non solo Acquario, perché Genova ha angoli nascosti che sono tutti da scoprire. Insieme a tantissime altre imperdibili mete.

Il mare di Genova

Genova è una splendida città di mare, capoluogo della Liguria, meta di turisti che ne rimangono affascinati per la sua storia, la sua bellezza, la sua cultura, le sue attrazioni e anche le sue specialità gastronomiche. Passato e presente convivono alla perfezione in una città che ha sempre avuto moltissime influenze e che ospita ancora oggi testimonianze di tempi lontanissimi o più vicini a noi. Genova ha dato i natali a grandi scrittori, grandi poeti, grandi cantautori, ma anche navigatori, esploratori, artisti di ogni genere.

Organizzate tranquillamente le vostre vacanze a Genova e non ve ne pentirete. Perché Genova è famosa per il porto, per l’Acquario, ma anche per le chiese antiche, per i palazzi nobiliari, per i caruggi, le viuzze strette e caratteristiche, la città vecchia, i musei e molto altro ancora. Per un giorno, un weekend o vacanze a Genova e in Liguria più lunghe, preparatevi a perdervi in un dedalo di meraviglia e di stupore.

Genova nel Cinquecento è stata una delle capitali del commercio e del mercato internazionale, era una delle più importanti Repubbliche Marinare (insieme ad Amalfi, Pisa e Venezia, anche se lo sono state, anche se meno note, Ancona, Gaeta, Noli, Dalmazia e Ragusa). Ma è stato anche un importante polo per la pesca e infatti le tracce dei pescatori si ritrovano nei porti. Città culturale, nel 2004 è stata Capitale europea della cultura, mentre due anni dopo i palazzi del centro sono diventati Patrimonio Unesco. E poi Genova ha dato i natali a Cristoforo Colombo, Mameli, autore dell’inno d’Italia, Giuseppe Mazzini e anche a De Andrè, uno dei cantautori più apprezzati al mondo. Pronti a scoprire le sue bellezze? Le vostre vacanze a Genova saranno indimenticabili!

Città di Genova

1. Lanterna di Genova

Sicuramente il faro che tutti chiamano la lanterna è il simbolo più famoso della città ligure. È una torre alta 117 metri, che sorge sui resti di una collina alta 40 metri. La torre è stata costruita nel Trecento e all’interno ospitava una lanterna a olio per segnalare la via ai naviganti durante il buio della notte. Nel corso della storia e anche in seguito alle due guerre mondiali ed eventi atmosferici che l’hanno messa a dura prova è stata restaurata. Oltre alla Torre, che conta 172 scalini e che si può visitare fino al primo terrazzo, si può anche fare un salto al museo multimediale della Lanterna, che ci porterà alla scoperta della bella città ligure e di quello che c’è da vedere nei dintorni.

2. Borgo Marinaro di Genova

Genova è una città di mare. E quindi una città di pescatori. Il borgo marinaro è proprio uno dei punti focali da cui partire per conoscere la storia di Genova. Boccadasse è il vecchio villaggio dei pescatori: lo potete trovare nel quartiere di Albaro. Nella baia si possono ancora ammirare piccole barchette che vi faranno sentire parte di un’epoca che in parte non c’è più, ma che rivive comunque in ogni angolo del capoluogo ligure.

Boccadasse si trova tra la parte orientale di corso Italia e il Capo di Santa Chiara. Qui sorgono molti locali, bar, ristorantini tipici.

3. Centro storico di Genova

Nella vostra visita in città non può mancare una bella passeggiata nella Città Vecchia, il centro storico di Genova. Per lungo tempo è stato abbandonato e dimenticato, ma alcune amministrazioni lungimiranti hanno deciso di restaurarlo e ridonargli l’antico fascino. Si può camminare a piedi e scoprire i diversi caruggi, vicoli di origine medievali molto caratteristici, e le creuze, piccole stradine tra i muri. Passo dopo passo potremeo ammirare splendidi palazzi, piazzette, case colorate, chiese molto antiche. Il centro storico di Genova è anche Patrimonio Mondiale dell’Umanità per volontà dell’Unesco. Tra le vie si possono scorgere parti di un passato molto antico, con tracce del passaggio di Etruschi e Romani, ma anche tracce medievali e rinascimentali.

Per ammirare gli antichi porticati pubblici, i più vecchi che ci siano in Italia, bisogna andare nell’area di Sottoripa, da piazza Caricamento fino a via al Ponte Calvi.

4. Casa Natale di Cristoforo Colombo

Tutti sanno chi è Cristoforo Colombo. Navigatore ed esploratore, è stato di fatto il primo a scoprire le Americhe, anche se per caso, visto che lui con le sue tre caravelle voleva andare in India passando da ovest e non da est. Cristoforo Colombo ha origini italiani e, per la precisione, liguri. La sua casa si trova vicino ai resti del chiostro del Convento di Sant’Andrea, vicino a Porta Soprana. Porta Soprana o Porta di Sant’Andrea è una delle porte di ingresso della città, dalla costruzione tipicamente medievale e in pietra. Merita anche lei qualche foto, oltre alla casa natale di Colombo, l’uomo del nuovo mondo.

Porto Antico di Genova

5. Porto Antico di Genova

Nel 1992 il grande architetto italiano Renzo Piano ha progettato una zona portuale che oggi è considerata il Porto Antico e che è il centro turistico del capoluogo ligure. Da qui si può accedere a due grandi attrazioni della città, come l’Acquario di Genova e il Museo del Mare. Al Porto Antico è presente Bigo, un ascensore panoramico che è molto gettonato dai turisti. Da non perdere qui la Biosfera e, se siete in viaggio con i bambini, anche la Città dei Bambini. Questo museo interattivo permette ai bambini dai 2 ai 14 anni di scoprire tante cose nuove e divertirsi imparando.

6. Galata, Museo del Mare

Poteva mancare a Genova un Museo del Mare? Ovviamente no, perché la città vive di mare. Galata è il più grande museo del Mediterraneo dedicato a questa grande risorsa. In 10mila metri quadrati di spazio espositivo ci porta per mano a conoscere tutto quello che c’è da sapere sul mare, sulla vita acquatica, sulle attività che sfruttano questa importante risorsa e sulle buone abitudini che possiamo adottare per rispettarla e proteggerla. Inoltre c’è anche una galera del Seicento e il sommergibile S518 Nazario Sauro, due attrazioni pronte a ospitare i visitatori. Ma il museo ospita anche riproduzioni di imbarcazioni di ogni genere e dimensione. Non mancano strumenti per navigare in mare, carte nautiche e anche aree interattive e multimediali.

7. Acquario di Genova

Non si può andare a Genova e non fare un giro all’Acquario che è il più grande del nostro paese, secondo in Europa solo all’Acquario di Valencia, in Spagna. L’Acquario di Genova si trova a Ponte Spinola, nel Porto Antico. L’acquario è stato inaugurato nel 1992 ed è sicuramente la principale attrazione turistica di questa città. All’interno possiamo trovare 12mila esemplari di 600 specie diverse, marine e non solo, visto che sono ospitati anche animali originari delle foreste pluviali del mondo e che vivono in acqua dolce. Nell’acquario sono fedelmente riprodotti gli habitat naturali delle specie ospitate.

Andare all’Acquario di Genova è come andare a fare un giro in mare e negli oceani del mondo, per scoprire la fauna marina e imparare a rispettarla. Sono più di 70 le vasche espositive e non mancano aree divulgative per apprendere tutto quello che c’è da sapere. Da visitare il nuovo Padiglione dei Cetacei progettato da Renzo Piano.

Acquario di Genova

8. Cattedrale di San Lorenzo a Genova

Famosa e splendida la Cattedrale di San Lorenzo a Genova, che è stata costruita a partire dal IX secolo e completata solo alla fine del XVI secolo. Tanti gli stili architettonici che rivivono in questo edificio religioso consacrato nel 1118. È il Duomo di Genova, con facciata gotica e influenze francesi e romaniche, soprattutto. Le torri campanarie fanno parte della facciata, ma una delle due torri non è stata completata.

All’interno ci sono tre navate, che ospitano la Cappella di San Giovanni Battista, il Museo del Tesoro della Cattedrale, l’Arca delle Ceneri di San Giovanni Battista e altri oggetti di culto. Si dice che qui sia conservato il Santo Graal: il Sacro Catino potrebbe davvero essere il calice da cui Gesù ha bevuto nell’Ultima Cena? Qui è conservato anche il piatto in cui Erode fece deporre la testa del Battista.

9. Museo d’Arte Orientale Edoardo Chiossone

Per chi ama l’arte e non vede di ammirare una collezione davvero unica nel suo genere, perché non fare un salto al Museo d’Arte Orientale Edoardo Chiossone di Genova, che si trova a Villetta Di Negro? Qui possiamo trovare opere d’arte che arrivano dal Giappone, ma anche armi, strumenti musicali, stampe e altri oggetti che ci arrivano dall’Antico Oriente. Sicuramente se vi avanza un po’ di tempo, è assolutamente un luogo da scoprire. Se avete deciso di organizzare delle vacanze a Genova all’insegna dell’arte, questo è il luogo che fa al caso vostro.

10. Chiesa del Gesù e Chiesa di S. Cosimo e Damiano

Le chiese antiche assolutamente non mancano a Genova. Sicuramente dovete visitare la Chiesa del Gesù, dove si possono ammirare niente di meno che delle opere del pittore del Seicento Rubens, uno dei più famosi dei suoi tempi, in tutto il mondo. E da non perdere anche la ricerca della Chiesa di S. Cosimo e Damiano, che è praticamente nascosta e ci vogliono acume e pazienza per poterla trovare. Si trova dietro Canneto in Lungo, dopo aver percorso strade strette e quasi labirintiche nelle quali perdersi purtroppo è molto facile.

Visitare Genova

11. Palazzo San Giorgio

Conoscete Palazzo San Giorgio? È sicuramente uno degli edifici più famosi della città ligure da inserire durante le vostre vacanze a Genova, anche e soprattutto perché questa è stata la prigione di Marco Polo, oltre che aver ospitato la dogana ed essere stata anche la sede della banca genovese. Nella seconda metà del XIII secolo il palazzo ospitava le carceri, dove venne rinchiuso il famoso viaggiatore, scrittore, ambasciatore e mercante italiano dopo essere stato catturato dai genovesi in seguito alla battaglia di Curzola del 1298. Ed è qui che dettò a Rustichello da Pisa, suo compagno di prigionia, le memorie di viaggio contenute nel libro Il Milione.

Palazzo San Giorgio, o Palazzo delle Compere di San Giorgio, attualmente è sede dell’Autorità portuale di Genova.

12. Parchi di Nervi

La natura in città e sul mare è ammirabile a Parchi di Nervi, il più grande parco urbano del Mediterraneo che si affaccia sul mare. 90mila metri quadrati di natura, ma anche di splendide ville che un tempo erano private e oggi invece sono diventate musei o luoghi storico-culturali dove organizzare eventi aperti al pubblico. Il parco ospita tantissime specie botaniche, che in primavera danno bella mostra di loro nel periodo della fioritura. Un luogo da percorrere, ovviamente a piedi, che non dura poi molto, dal momento che sono appena due chilometri. Ma merita assolutamente una visita per lo splendore della sua natura, ma anche per la vista sul golfo di Genova. Impagabile.

13. Palazzi dei Rolli

Avete mai sentito parlare dei Palazzi dei Rolli? Sono antiche residenze nobiliari, dove hanno vissuto le famiglie più facoltose di Genova tra il Cinquecento e il Seicento. Queste dimore storiche riccamente abbellite da statue, affreschi, quadri, arazzi sono più di 100 e fanno parte dell’elenco dei Rolli degli Alloggiamenti pubblici, dove gli edifici erano suddivisi in base al loro prestigio. A ogni edificio veniva assegnato un particolare bussolo, una categoria: il primo bussolo comprendeva le residenze nobiliari migliori, riservate a cardinali, principi e vicerè, il secondo a feudatari e governatori, il terzo ad ambasciatori. Dal 2006 sono Patrimonio dell’Umanità secondo l’Unesco.

I Palazzi dei Rolli si trovano in via Garibaldi, chiamata anche Via Aurea. Le 14 dimore di questo sistema residenziale nobiliare oggi fanno da sfondo al Municipio della città, ad alcune banche, ad uffici sia pubblici sia privati, ma anche a circoli e associazioni culturali.

Edifici architettonici a Genova

14. Ascensore di Castelletto

Avete mai sentito parlare dell’Ascensore di Castelletto? È molto comodo, perché Genova non è proprio pianeggiante, ma è in salita, con strade molto strette che portano in collina. Agli inizi del Novecento sono stati costruiti degli ascensori pubblici, che sono andati a integrare l’offerta proposta dalla storica funicolare Zecca-Righi. L’ascensore Castelletto Levante che collega Piazza Portello con il Belvedere Montaldo è sicuramente il più famoso. Merita una visita anche solo per ammirarne lo stile liberty. Prendete gli ascensori, perché le vacanze a Genova a piedi possono essere faticose, ma meritano tutta la fatica!

15. Belvedere Spianata Castelletto

Cercate un luogo durante le vacanze a Genova dove fare splendide fotografie da postare sui social network per poter ottenere un sacco di like, cuoricini e commenti? Allora non potete non andare a fare un salto sul Belvedere Spianata Castelletto, che di fatto è considerato un balcone sospeso sul centro storico, da cui ammirare tutta la città e anche il porto. Da Piazza Portello un ascensore molto caratteristico ci permettere di affacciarsi da questo belvedere, dove un tempo c’era la Fortezza di Castelletto.

Il Lago di Garda che non ti aspetti: viaggio a Tremosine

Darsena e Navigli a Milano, la riqualificazione: il video

Bali: 2 innamorati e 3 settimane fra Bali, Gili e Lombok

Semplici consigli per risparmiare nella pianificazione del viaggio

C'è un posto magico ispirato a Gaudì vicino Palermo: ecco Borgo Parrini

Tour della Val d'Orcia: Montepulciano, Pienza e Montalcino

Ad ammirare le stelle, l'universo e le sue meraviglie