permanente riccia

Alla scoperta della permanente riccia, scelta di stile

Come si fa la permanente riccia? Ecco tutto quello che dobbiamo sapere su questa bella acconciatura

La permanente riccia è sempre un’ottima scelta se si vuole dare un tocco di movimento alla propria chioma e osare un’acconciatura un po’ diversa dal solito. Se siete stanche dei capelli lisci che non stanno mai bene, ecco perché dovreste passare alla permanente.

Permanente per capelli mossi

La permanente, per chi non lo sapesse, è un trattamento per i capelli che dura a lungo e che permette di avere una bella chioma, più o meno riccia a seconda della propria scelta. I capelli così realizzati possono avere un maggiore volume, possono essere più vaporosi. E per chi ha da una vita i capelli lisci è davvero una bella svolta, non vi pare?

È un trattamento chimico a lunga durata non reversibile, che va a modificare la struttura stessa del capello. Così da trasformare le chiome da lisce a ricce in poco tempo. E con una durata decisamente interessante. La permanente è in grado di rompere e di ricombinare i legami disolfurici che tengono unite le diverse parti del capello. In questo modo si può passare dal liscio al riccio.

Sappiamo che esistono dei modi per avere capelli mossi senza la permanente, ma questo trattamento, che di solito si può fare dal parrucchiere, anche se esistono prodotti per una permanente casalinga fai da te, permette di avere capelli ricci per più tempo possibile. Non è una condizione “eterna”, ha comunque una data di scadenza e ogni tanto bisognerebbe ravvivarla per ritrovare i bei ricci che si sono sognati per tanto tempo.

Negli anni Ottanta la permanente era un vero e proprio must have. Tutte le donne avevano capelli ricci e chiome super vaporose. Anche molto esagerate a guardarle con gli occhi di oggi. Per diverso tempo, invece, la permanente non è stata di gran tendenza. Si preferiva capelli lisci, resi dritti come spaghetti grazie all’uso della piastra o di spazzola e phon. Ecco che negli ultimi tempi, però, la permanente è tornata di moda. Ed è una benedizione per tutte le donne che vogliono cambiare stile. Con un semplice tocco e un semplice gesto.

Permanente su capelli biondi

Chi può fare la permanente

Chi può fare la permanente? In teoria tutte le donne la possono fare. In passato si utilizzavano prodotti per la permanente che potevano allarmare le donne. Si pensava che potessero essere nocivi e, a lungo andare, potessero rovinare i capelli. In parte era vero, ma oggi l’industria della bellezza ha fatto passi da gigante e tutti i prodotti che si usano oggi sono assolutamente sicuri. Rivolgetevi sempre a un parrucchiere di cui vi fidate e non esitate a chiedere prima quale sarà il procedimento e quali strumenti e prodotti che saranno applicati sui vostri capelli. Così da tranquillizzarvi.

La permanente può essere eseguita sia sui capelli corti sia sui capelli lunghi, anche se il risultato migliore è sui capelli di media lunghezza. Ricordiamoci, infatti, che il riccio “accorcia” la lunghezza dei capelli, quindi teniamolo in considerazione se abbiamo i capelli corti. I capelli andrebbero tagliati prima di eseguire la permanente e non dopo, dal momento che renderemmo vano gli effetti del trattamento appena fatto.

Se i capelli sono indeboliti per altri trattamenti, come la tinta o altri interventi di bellezza precedenti, forse è meglio rimandare l’appuntamento con la permanente, per non stressare ulteriormente i capelli. Anzi, in alcuni casi sarebbe meglio fare un trattamento per ridare vigore e salute a una chioma che ne ha passate davvero tante e che prima di diventare riccia con la permanente ha bisogno di un po’ di coccole.

Permanente su capelli mori

Quali prodotti si usano?

Come si fa la permanente? Il parrucchiere usa una serie di prodotti e di strumenti per poter far arricciare i capelli e tenerli ricci per lungo tempo. I capelli vengono avvolti nei bigodini: a seconda del raggio scelto avrete ricci più o meno vaporosi. All’inizio magari optate per una permanente più morbida, per potervi abituare con calma e lentezza ai vostri nuovi capelli ricci. Poi con le sedute successive potrete decidere se avere ricci più intensi o meno intensi. Se utilizzate bigodini più ampi avrete ricci più grossi, mentre, al contrario, con bigodini più stretti avrete ricci più piccoli e fitti.

A seconda del tipo di capello, il parrucchiere utilizzerà i prodotti più delicati. Una permanente senza ammoniaca può essere la scelta ideale per chi vuole un risultato naturale e senza alcun effetto naturale, potendo contare su altri prodotti che hanno lo stesso effetto desiderato, ma con meno problemi per la salute dei capelli e del cuoio capelluto.

Dopo aver messo i bigodini su ogni singola ciocca di capelli (potrebbe volerci un po’, in base alla lunghezza dei capelli e al volume della vostra chioma), il parrucchiere applica un prodotto alcalino. Di solito questi prodotti contengono tioglicolago di ammonio, acido con monoesteri glicolici o glicerina e acido tioglicolico, sostanze che, come detto precedentemente, sono utili per sciogliere i legami disolfurici e permettere alla struttura del capello di “ricombinarsi”, diventando riccia.

In seguito di solito viene applicata una lozione ossidante o neutralizzante, con perossidi, come acqua ossigenata, o altre sostanze, per ricomporre i legami del capello e dare nuova forma. E poi vengono utilizzati anche prodotti nutrienti e idratanti, per proteggere a lungo la propria chioma.

Non è un trattamento rapido per i capelli. Considerate tra lo shampoo, la permanente, un’aggiustatina con prodotti modellanti di stare nel salone del vostro parrucchiere o della vostra parrucchiera di fiducia almeno un’ora. I prodotti devono stare in posa un po’ ed essere risciacquati con cura per ottenere risultati assolutamente perfetti.

Permanente su capelli lunghi

Come prendersi cura dei capelli ricci con permanente

Prima di fare la permanente bisogna sempre fare lo shampoo. O a casa o di solito ci pensa il parrucchiere a fare lo shampoo con il prodotto giusto, in maniera tale che siano nutriti e rimangano puliti il più a lungo possibile. Dopo la permanente, infatti, bisogna ricordarsi di non fare lo shampoo per almeno 24 ore, ma è meglio farne passare anche 48. Evitate ogni tipo di umidità per non rovinare subito i vostri bei riccioli. Chiedete al vostro parrucchiere informazioni in merito per essere sicure di trattare la permanente nel migliore dei modi, per non rovinarla e prendervi sempre cura dei vostri capelli.

I capelli resi ricci con la permanente non vanno mai spazzolati. Non dovete usare spazzole, ma pettini a denti larghi. Potete chiedere consiglio al vostro parrucchiere, che magari ha anche in vendita gli strumenti giusti per lo styling della vostra chioma. Il pettine va passato con delicatezza, accompagnando il riccio e non forzando troppo con la mano, per non rovinare i ricci.

Quando dovete asciugare i capelli con permanente e dovete fare la piega, dovete per forza usare il phon con diffusore applicato. Prima si usa un asciugamano per tamponare i ricci e togliere l’acqua. Poi potrete procedere con il diffusore, mettendovi anche a testa in giù per asciugare con cura anche la parte posteriore e dare un po’ di volume. Applicate poi dei prodotti di styling, come schiuma o conditioner, che siano in grado di rendere i ricci ancora più belli e morbidi.

Non fate la permanente se avete fatto il colore da poco. Dovranno essere passate almeno un paio di settimane, così da non rovinare il colore. E se vi pentite della permanente? Potete aspettare che l’effetto svanisca, oppure chiedere un trattamento lisciante con cheratina per tornare subito come prima.

Permanente mossa

Quanto dura e il costo

Quando dura la permanente? È la domanda che si fanno tutte le donne che hanno deciso di sfoggiare capelli ricci. Di sicuro l’effetto non è assolutamente eterno: non è che facendo la permanente una volta avrete sempre i capelli ricci. Man mano che passa il tempo la struttura dei capelli perde questa forma, richiedendo un nuovo intervento del parrucchiere se si vuole avere di nuovo capelli mossi. Altrimenti per riaverli lisci non basterà che aspettare un po’.

L’effetto della permanente comunque dura molto. La durata, in realtà, dipende dal tipo di capello, ma di solito si va dai 3 ai 5 mesi. Non dobbiamo farla troppo spesso, ovviamente. Anche se dopo qualche mese notiamo che il riccio perde di consistenza, non dobbiamo chiamare subito il parrucchiere o la parrucchiera per ripetere il trattamento. Anche i professionisti della bellezza dei nostri capelli ci sconsiglieranno di sicuro di procedere con troppe permanenti, una dietro l’altra.

Lasciate passare un po’ di tempo: anche se i capelli dopo 2-3 mesi nono sono più ricci come il giorno dopo la permanente, cerchiamo altre soluzioni per lo styling, attendendo qualche tempo in più per ripetere l’operazione. Ne va della salute dei capelli.

Quanto costa la permanente? Non esiste un prezzo fisso, perché ci sono diversi fattori che intervengono a stabilire quanto pagheremo al parrucchiere. Il prezzo dipende dai prodotti utilizzati, dalla lunghezza dei capelli, dallo stesso salone di bellezza (ci sono città in Italia dove i prezzi sono lievemente più alti rispetto ad altri centri urbani). Di solito il prezzo medio è di circa 40 euro. Se utilizzate il kit per la permanente fai da te a casa il prezzo scende sensibilmente, ma dovete fare molta attenzione a seguire bene le istruzioni riportate sulla confezione, facendovi consigliare sul prodotto migliore per i vostri capelli.

Acconciature anni 50, tutte le più belle da imitare per essere bella e retrò

15 rimedi naturali contro l'acidità di stomaco e il reflusso

Le migliori postazioni trucco Ikea

Ciocche di capelli colorate: come farle a casa

Pensava davvero di non farcela, accade invece un grande miracolo!

Regali di Natale all'insegna del benessere

Perché devi smetterla di sognare di entrare nei pantaloni più stretti (e accettarti)