Colpo di tosse

20 modi per calmare la tosse persistente, anche durante la notte

Fastidiosa, continua e pericolosa, in alcuni casi; come calmare la tosse? Ecco qualche consiglio

È una condizione fisica che può fastidiosa e persistente: ecco allora come calmare la tosse prendendo il controllo della situazione, in qualsiasi stato ci si trovi, anche durante il sonno.

Esistono delle tecniche e delle azioni apposite. Qui, in questo articolo, ne verranno elencate 20.

Che cos’è e le cause della tosse

Colpo di tosse

Quando si analizzano le risoluzioni dei problemi, bisogna sempre analizzare, prima di tutto, che cosa sono e da cosa vengono causati i singoli eventi. Infatti, per quanto riguarda la tosse bisogna essere innanzitutto molto chiari su quanto la riguarda: la tosse non è una malattia. Molti la ricollegano a stati di malessere, senza però sapere che non è affatto una patologia.

Quando si parla di tosse, si parla di un meccanismo di difesa dell’organismo umano ad elementi pericolosi o potenzialmente tali. In particolare, questi elementi sono quelli che vanno a finire all’interno delle vie respiratorie e che causano intralcio al fisiologico andamento e funzionamento di queste ultime.

Si tratta di tutti i tipi di alimenti, secrezioni corporee, liquidi, anche piccole forme di virus e batteri. Insomma, qualsiasi cosa che non sia conforme alla zona viene rigettata attraverso questo stimolo naturale che è la tosse. Si tratta di una contrazione dei muscoli che ha lo scopo di sputare via, letteralmente, qualsiasi elemento ci sia all’interno delle vie respiratorie con lo scopo di liberarle.

Tuttavia, ci sono dei casi in cui la tosse diventa persistente, fastidiosa, stizzosa e del tutto inutile. In questi casi non ha più uno scopo pratico, ma rimane solamente un motivo di intralcio e disturbo, che riesce anche a peggiorare, in alcune situazioni, la qualità della vita.

Ci sono 2 tipi di tosse:

  • Tosse acuta: dura solitamente meno di 4 settimane, ma alcuni tipi, come quella batterica o virale, possono protrarsi anche per più tempo:
  • Tosse cronica: oltre le 8 settimane.

Un’altra classificazione, in due sottocategorie, si basa sul tipo di elemento che la tosse vuole eliminare:

  • Tosse grassa o produttiva: è la tipologia che si occupa di eliminare il catarro dalle vie respiratorie, rilasciando un diverso quantitativo di questo all’esterno;
  • Tosse secca: non rilascia nulla, nella maggior parte dei casi, e irrita le vie respiratorie.

In alcuni casi, si può manifestare un ulteriore tipo di tosse, molto particolare: si tratta della tosse idiopatica, ossia una categoria che indica una tipologia di tosse di origine sconosciuta. Recenti studi hanno confermato che questo tipo di tosse può essere riconducibile ad una Sindrome da ipersensibilità, ossia una predisposizione del soggetto e dei recettori della tosse a reagire agli stimoli in modo esagerato.

Ora, dopo aver descritto le tipologie di tosse note, si può passare a descrivere quali sono le possibili cause che scatenano questa reazione del corpo. Tra queste troviamo:

  • Pollini;
  • Polvere;
  • Secrezioni cutanee degli animali;
  • Muffa.

Questi sono quei motivi naturali, ma altri elementi irritanti possono essere ritrovati nel fumo di sigaretta sia diretto che passivo, inquinamento, fumi chimici, profumi e deodoranti. Insomma, le cause sono tante e, come queste, ci sono anche moltissime conseguenze, potenzialmente pericolose, come bronchiti, polmoniti, tracheiti e molte altre patologie. Proprio per questa ragione, bisogna conoscere dei rimedi naturali ed efficaci che possano aiutare nel risolvere i problemi legati alla tosse.

Rimanere idratati

Come detto precedentemente, la tosse è una condizione fastidiosa che potrebbe degenerare in qualcosa di ancor più fastidioso. Per questo motivo, per calmare la tosse anche nelle situazioni più scomode, magari mentre si dorme, è bene idratare bene le vie respiratorie, in modo da aiutare l’irritazione a sparire.

Inalare del vapore

Azioni del vapore

Il vapore, come molti sapranno sicuramente, non è altro che acqua riscaldata e che, arrivata ad una certa temperatura, inizia a trasformarsi in gas, chiamato appunto vapore. Insomma, questo vapore riesce a aiutare il corpo a liberare le vie aeree.

Uno dei modi più conosciuti per inalarlo è far bollire dell’acqua, versare il tutto in una ciotola e avvicinare la faccia a questa. Poi mettere un asciugamano dietro la propria testa per trattenere il tutto all’interno della zona che circonda la faccia.

In questo modo andrà tutto dentro e non si disperderà nell’aria. E sarà semplice calmare la tosse.

Umidificatore

L’umidificatore è un alleato molto efficace quando si tratta di un ambiente freddo o nel quale ci sono sbalzi di temperatura, che inevitabilmente fa irritare la gola. Infatti, quando le temperature scendono in picchiata, si consiglia di tenere la temperatura intorno ai 20/22 gradi, non di più, mentre l’umidità deve stare intorno al 45/50%.

Per avere questi risultati si può utilizzare, per l’appunto, un umidificatore, che aiuta a non far seccare troppo l’aria e, di conseguenza, anche la gola.

Gocce e pasticche per la tosse

Ovviamente, a fianco a molti altri rimedi, rimangono sempre efficaci i medicinali per calmare la tosse. Stiamo parlando di gocce, sciroppi o pasticche che mirano proprio a questo.

Gargarismi con acqua salata

Anche questo può essere molto di aiuto quando si tratta di liberare la gola e le vie respiratorie. Infatti, i gargarismi con acqua salata sono molto efficaci in questo. Riescono ad arrivare fino all’interno della gola e a far uscire tutto fuori, liberando il passaggio.

Calmare la tosse di notte

Cuscini con dei fiori

In moltissimi hanno problemi con la tosse sopratutto durante le ore notturne. Infatti, stando in posizione allungata, per tutta la durata della notte, nelle vie aeree si potrebbero accumulare moltissimi elementi fastidiosi e sedimentarsi all’interno.

Questo potrebbe causare crisi di improvvise durante il sonno. Per calmare la tosse, in molti consigliano di inserire dietro la schiena un cuscino in più, in modo da avere il busto semi sollevato.

Non fumare ed evitare il fumo passivo

Sembra sciocco e banale da dire, ma il fumo è il peggior nemico dell’uomo. Infatti, moltissimi fumatori hanno problemi di tosse cronica o tosse grassa proprio a causa di tutto il fumo che giornalmente viene inalato. Purtroppo, dalle mani del fumo non vengono risparmiati nemmeno i non fumatori che sono a contatto con questa grave piaga. Il consiglio migliore è evitare i più possibile i contatti.

Evitare di inalare sostanze irritanti come la polvere o profumi

Fumo dello spray

Esistono alcune sostanze che si possono tranquillamente definire irritanti per le vie respiratorie. Per quanto di fatto siano prodotti innocui, come profumi o deodoranti, questi devono essere evitati quando vengono indossati. Per quanto riguarda la polvere, invece, la si deve evitare non solo per l’eventuale provocazione della tosse, ma anche, per esempio, per evitare l’insorgenza di allergia a lei legate.

Il miele

Parlando di rimedi naturali, non bisogna dimenticare l’azione lenitiva del miele. Infatti, questo è un toccasana quando si tratta di mal di gola e tosse: lo si può inserire nel latte oppure nel . Rilascia un sollievo duraturo. Può essere utilizzato dagli adulti anche assoluto, nei bambini, in questo stato, solo dopo 1 anno di vita.

Tè allo zenzero

Moltissimi sapranno quanto lo zenzero sia una radice molto funzionale. Infatti, questo ha moltissimi vantaggi e può essere applicato in molteplici situazioni. Per quanto riguarda la tosse, ha una funzione molto simile a quella del miele, ossia funge da soppressore dello stimolo, rilassando i nervi e i recettori della sensibilità.

Olio di eucalipto

L’eucalipto, come moltissimi sapranno, è un tipo di foglia molto particolare dal sapore e dall’aroma molto intenso, simile alla menta. Da questa foglia si può estrarre un olio, quello di eucalipto, per l’appunto, che aiuta moltissimo per quanto riguarda problemi di gola e legati alle vie respiratorie. Per avere un’azione più intensa, si consiglia l’utilizzo di quest’ultimo tramite dei vaporizzatori. In questo modo, infatti, i vapori provenienti da questo olio verranno inalati ed avranno un effetto immediato.

Menta

Menta

La menta è un’altra di quelle piante dall’aroma molto forte ed intenso. Spessissimo, infatti, quando si tratta di modi per liberare il naso, magari quando si è raffreddati, si consiglia fortemente di utilizzare una caramella alla menta, proprio perché il suo sapore intenso è funzionale. In questo senso, possiamo comprendere come lo stesso valore lo abbia anche per quanto riguarda la tosse. Infatti, esistono dei tè aromatizzati alla menta oppure le solite caramelle che aiutano parecchio: nonostante la sensazione sgradevole all’inizio, dopo un po’ aiuta notevolmente, almeno per l’infiammazione e il dolore.

Mentolo

Al pari della menta, anche il mentolo è molto funzionale per migliorare situazioni fastidiose come gola irritata, tosse o infiammazioni a livello di vie respiratorie. Ha più o meno la stessa funzionalità della menta e può essere utilizzato allo stesso modo. Famosi sono, anche, gli spray per la gola a base di mentolo.

Radice di liquirizia

La radice di liquirizia ha la stessa forza lenitiva del mentolo, della menta, ma anche dello zenzero. A livello di gola, aiuta parecchio nel lenire i sintomi.

L’olmo

Rimanendo sempre sul sentiero di rimedi naturali e di piante lenitive, bisogna per forza nominare almeno una volta l’olmo. L’olmo è una pianta dalle molteplici azioni e benefici, tra cui quella di aiutare nel risolvere i problemi legati alla tosse e al mal di gola. Le parti utilizzabili dell’olmo sono le foglie e la corteccia, dalle quali si estraggono tisane e sostanze alla base anche di pastiglie.

Aceto di mele

Foto dell'aceto di mele

Osannato in tutti i luoghi e in tutte le situazioni, l’aceto di mele può essere definito il salvatore del popolo. Anche qui, come nell’eliminare le macchie, nello sbiancare i piatti, l’aceto di mele è funzionale ed efficace. Aiuta a far sciogliere il muco all’interno delle vie respiratorie e della gola.

Curcuma

La curcuma è una spezia molto utilizzata in alcune cucine tipiche e tradizionali, ma anche molto efficace sotto altri punti di vista. Al fine dei problemi di tosse, la si può usare come digestivo se la tosse è causata da problemi di reflusso gastroesofageo, che, a differenza di quanto molti possano pensare, colpisce moltissime persone.

Zuppa di pollo

Uno dei più famosi ed apprezzati rimedi della nonna è proprio la zuppa di pollo. Stiamo parlando di quel brodino realizzato lasciando bollire dei pezzi di pollo, i quali rilasciano un sapore buonissimo. Questo non è solo un pasto buono, ma anche un rimedio contro le infiammazioni delle vie aeree superiori.

Cioccolato

Cioccolato di tipo fondente

Il cioccolato è uno dei rimedi naturali più conosciuti ed importanti al mondo per calmare la tosse. Il cioccolato è un rimedio molto efficace sotto tantissimi punti di vista: aiuta nei problemi cardiovascolari, contro lo stress ossidativo ed ha anche proprietà afrodisiache. In particolare, però, si sta parlando di cioccolato fondente. Infatti, queste proprietà molto forti e funzionali le troviamo proprio all’interno del componente principale: il cacao.

Anche a livello di problemi di tosse ha i suoi benefici. La teobromina, un componente che si trova all’interno del cioccolato, aiuta a rilassare l’attività del nervo vago che è colui che causa la tosse. Per quanto riguarda l’assunzione, si consiglia di assumerne un po’ al giorno per prevenire problemi come tosse notturna e di prediligere il cioccolato fondente almeno al 70%. Questo perché proprio nel cacao amaro presente nel cioccolato fondente risiedono questi benefici.

Una doccia calda

Insomma, si è parlato di tisane, di vaporizzatori e umidificatori, di cioccolato e di fumo di sigaretta, ma le docce calde sono sempre la soluzione migliore, quando si tratta di rilassare i nervi e anche quando si tratta di calmare la tosse.

Infatti, come spiegato all’inizio dell’articolo, sono proprio i nervi e la loro sensibilità a provocare tutto questo malessere e la tosse stessa. Rilassarli attraverso lo scorrere dell’acqua calda e attraverso i vapori che una doccia o un bagno caldo rilasciano è una mano santa. Questa, infatti, lenisce le vie aeree e, allo stesso tempo, aiuta ad allentare la congestione.

Bisogna però stare attenti ad un piccolo cavillo. Il vapore è sì un toccasana quando si parla di tosse grassa, causata dalla troppa presenza di secrezioni di muco all’interno delle vie respiratorie, ma, allo stesso tempo, è un’arma a doppio taglio. Questo perché, per l’appunto, in caso di tosse asmatica potrebbe avere un effetto più negativo che positivo. Bisogna, perciò, fare le proprie valutazioni prima di scegliere un metodo efficace e consono alla propria situazione.

Conclusioni

Insomma, sono stati elencati tutti i metodi più efficaci e naturali conosciuti per calmare la tosse, di ogni genere. Ovviamente, come si può ben comprendere, questi metodi non sostituiscono minimamente l’azione mirata e potente di medicinali appositi. Insomma, se si tratta di una tosse batterica, il tè allo zenzero può dare una mano, ma non sarà mai risolutivo. Detto questo, si può facilmente comprendere come, prima di trovare una soluzione, sia necessario e utile ai fini capire di che natura è la tosse di cui si soffre.

Come funziona la dieta della camminata

8 segni insospettabili di cancro al polmone che le donne devono conoscere

Usi il cellulare al bagno? Ecco perché non dovresti farlo

7 benefici del lavare i piatti a mano

Ogni dente è associato a una parte del corpo. E lo è anche il dolore

Rimedi naturali contro il mal di testa

Il latte all'aglio è un rimedio naturale per sciatica e mal di schiena