addormentarsi subito

Come addormentarsi subito: trucchi per riuscirci in pochissimi secondi

Addormentarsi subito, quali sono i trucchi migliori per poter dormire bene e in fretta?

Come addormentarsi subito e godere di un ottimo riposo notturno? Per molte persone è facilissimo: appoggiano la testa sul cuscino e dormono fino al mattino dopo, quando vengono svegliati dalla sveglia. Ma non per tutti è così. Ci sono persone che purtroppo fanno molta difficoltà a prendere sonno.

Rimedi per addormentarsi subito

Per molti andare a dormire diventa un incubo. Dovrebbe essere il momento migliore della giornata, quello in cui finalmente, dopo una lunga giornata passata a correre di qua e di là, ci rilassiamo e ci prepariamo a goderci il nostro meritato riposo. E invece cosa succede? Perché, nonostante la stanchezza, ci impieghiamo ore e ore per prendere sonno? Il rischio è che cominciamo a innervosirci, non riuscendo a dormire bene.

Il riposo notturno è fondamentale. Dormire bene di notte permette al nostro organismo di stare bene e in salute. Il sonno deve essere qualitativamente e quantitativamente ottimale per poter recuperare le energie perdute tra lavoro, famiglia, corse, casa. Dormire bene permette al corpo di rilassarsi e di riposarsi, mentre la mente si rigenera. L’organismo ricarica le pile per poter affrontare al mattino successivo una nuova e intensa giornata. Se non dormiamo in modo adeguato la mattina siamo stanchi, nervosi, più inclini alla rabbia.

C’è chi riesce con facilità ad addormentarsi subito e a dormire profondamente tutta la notte, mentre altre persone non ci riescono con altrettanta facilità. Spesso la causa è da riscontrarsi in abitudini sbagliate che non conciliano il sonno. Anzi, lo ostacolano. Talvolta, invece, ci sono problemi di salute o disturbi di lieve o grave entità che portano a non riuscire a contare su un sonno di qualità che ci rimetterebbe in pace con il mondo.

Prima di mettere in campo i tanti rimedi utili per addormentarsi subito anche quando si è agitati e nervosi, bisognerebbe comprendere quali sono le cause che ci portano ad avere questo tipo di difficoltà non appena appoggiamo la testa sul cuscino. Solo scoprendo le cause, si può agire in profondità per poter far sparire la fonte dei nostri guai. E goderci finalmente il meritato riposo notturno.

Perché non riesco ad addormentarmi

Perché non riesco ad addormentarmi?

La difficoltà ad addormentarsi non andrebbe mai sottovalutata. Perché al pari dei risvegli continui durante la notte, dell’insonnia e della sveglia interna che ogni mattina suona sempre prima, si tratta di un disturbo del sonno che andrebbe indagato. Se il problema è sporadico, non dobbiamo preoccuparci. Può capitare di essere così nervosi e agitati o di avere così tanti pensieri che frullano per la testa, da non riuscire a prendere sonno. Ma se la situazione diventa cronica, forse è bene indagare.

Il medico di famiglia, semplicemente con una chiacchierata, potrebbe capire quali sono le cause del disturbo del sonno che ci affligge. Potrebbe trattarsi di stress, di problemi di salute, di preoccupazioni per persone care che stanno male, problemi famigliari, carichi di lavoro o di responsabilità che non ci fanno dormire la notte. E poi ci sono anche cattive abitudini che interferiscono con un riposo notturno perfetto. L’ideale per una persona adulta sarebbe dormire ogni notte tra le 6 e le 8 ore, per evitare di incappare in problemi di salute anche gravi.

Dormire poco di notte, infatti, non permette al metabolismo di funzionare correttamente, aumenta il rischio di ammalarsi di diabete, causa problemi al sistema nervoso, può provocare disturbi a carico di cervello, cuore e intestino, aumenta la frequenza cardiaca e la pressione del sangue e, di conseguenza, il rischio di malattie cardiovascolari.

Metodi per addormentarsi subito

Metodi per addormentarsi subito

Esistono dei trucchi e dei rimedi che ci consentono di addormentarci subito e di dormire sonni tranquilli.

  • Sarebbe bene andare a dormire e svegliarsi ogni giorno alla stessa ora. Sì, anche il sabato e la domenica o durante le vacanze, così da mantenere in equilibrio il ritmo circadiano veglia-sonno.
  • Fare un bagno caldo, leggere un buon libro, ascoltare musica: fare attività rilassanti che possano conciliare il sonno.
  • Allontanare lo stress, scacciando i cattivi pensieri e cercando di gestire l’ansia.
  • Preparare la camera da letto per un riposo notturno ottimale. La stanza perfetta per dormire deve essere silenziosa, buia e ne troppo calda ne troppo fredda.
  • Non bere alcolici o caffè prima di andare a dormire. E sarebbe bene evitare anche di accendersi una bionda.
  • Prima di andare a dormire non usare telefoni, tablet o altri schermi.
  • Non andare a dormire a digiuno. O dopo aver mangiato troppo.
  • Fare attività fisica durante il giorno. Ma non prima di andare a dormire.

Questi sono i classici consigli. Poi ce ne sono altri che potrebbero tornarci utili: sciacquate la faccia con acqua fredda, così da calmare i battiti del cuore e la pressione del sangue. Evitate di stare a letto se dopo 15 minuti non vi siete addormentati. Alzatevi, fate qualcosa per 10 minuti e poi tornate a letto.

Il metodo 4-7-8

Ne avete mai sentito parlare? È una tecnica di respirazione che consente di addormentarsi subito, in meno di un minuto.

  • Posizionate la punta della lingua dietro gli incisivi superiore.
  • Espirate con la bocca.
  • Chiudete la bocca e buttate fuori l’aria con il naso contando fino a 4.
  • Trattenete il respiro per 7 secondi.
  • Espirate con la bocca contando fino a 8.
  • Tutto questo va ripetuto per 3 volte.
Come prendere sonno

Come prendere sonno quando si è agitati

A volte non riusciamo ad addormentarci subito, perché siamo un po’ troppo agitati. Magari la giornata non è stata per niente tranquilla, abbiamo avuto molte cose da fare, siamo arrivati a sera stremati e privi di forze. E magari al lavoro ce ne hanno fatte vedere di tutti i colori. Tornando a casa, poi, abbiamo trovato tutto in disordine e con i bambini fuori di senno. È normale essere agitati dopo una giornata del genere. Così come è assolutamente normale non riuscire a dormire se si è in grave stato di agitazione.

Quando si è molto nervosi, è bene non andare a dormire. Non riusciremmo assolutamente a prendere sonno. Anzi, possiamo correre il rischio di passare la notte in bianco. Continuando a girarci e a rigirarci in quel letto che sembra essere diventato una prigione e non il luogo dove ritemprarsi a fine giornata e scacciare via i cattivi pensieri. Il problema è che non riuscendo ad addormentarsi subito, entriamo in un circolo vizioso che ci rende ancora più nervosi, allontanando il momento in cui finalmente potremo cadere tra le braccia di Morfeo.

Prima di andare a letto, dovete cercare di calmarvi e di permettere alla vostra mente di ritrovare il benessere. Perché non provare la meditazione e le tecniche di rilassamento? In questo modo potremo dare un calcio ad ansia e stress. Ritrovando quella calma e quella tranquillità che ci faranno addormentare in men che non si dica. Provate a respirare lentamente e in maniera molto profonda. Inspirate dal naso ed espirate dalla bocca, cercando di trattenere un po’ il respiro mentre esce dal vostro corpo. Può diventare un esercizio utile per rilassarsi, magari ripetendo una frase o una parola che è in grado di tranquillizzarvi.

Potete anche provare ad ascoltare della buona musica rilassante, magari un po’ di musica classica, musica d’ambiente o anche il jazz, se lo preferite ad altri generi. Anche un bel bagno rilassante può essere assolutamente utile. Così come evitare ogni azione che possa farci ricordare perché eravamo così nervosi mentre ci accingevamo ad andare sotto le coperte.

Metodi per dormire profondamente

Metodi per dormire profondamente

E una volta che ci siamo addormentati, come possiamo fare per dormire profondamente tutta la notte, senza evitare bruschi risvegli che potrebbero rendere impossibile tornare a chiudere gli occhi, rovinando il riposo durante la notte? Ovviamente esiste tutta una serie di trucchetti che si possono mettere in atto, per sperare di poter dormire quelle 6-8 ore che sono consigliate ogni notte nel caso di persone adulte.

Per prima cosa, fate estrema attenzione a quello che portate sulle vostre tavole a cena. La cena deve essere il pasto più frugale della giornata. Non dovete saltarla, ma non dovete nemmeno esagerare. Evitate di bere caffeina, teina e altri eccitanti. Magari evitando di prenderli già dal primo pomeriggio. Se proprio avete sete, bevete l’acqua, ma senza esagerare, soprattutto a ridosso del momento in cui andrete a coricarvi. Altrimenti rischierete di passare la notte in bagno.

A letto, occhio a non usare pigiami e coperte troppo pesanti. E fate anche attenzione al materasso e al cuscino, che devono essere comodi e accoglienti, ma anche anatomici e ideali per un ottimo riposo per schiena, gambe e collo.

La camera da letto dovrebbe trovarsi in una zona della casa lontana da rumori forti: cani che abbaiano, bar dove le persone stanno fino a notte fonda, suonerie e antifurti e altri rumori che possono rovinare il sonno. Perché non usare i tappi per le orecchie?

Se, invece, il rumore viene da dentro casa, perché magari ci sono bambini che si svegliano, partner che russano o cani e gatti che fanno vita notturna mentre voi volete solo dormire, in quei casi non c’è molto da fare. Se non aspettare che i figli crescano, che il partner faccia qualcosa per dormire senza russare e che i pets si diano una calmata.

Zenzero: chi non dovrebbe mangiarlo

8 cibi che causano il cancro

Acqua di cumino per perdere peso e rimanere in forma

Come addormentarsi subito: trucchi per riuscirci in pochissimi secondi

Colon, come pulirlo e purificarlo

La matita nera sta davvero bene a tutte? Forse non è come pensi

20 esercizi contro lo stress da fare a casa, efficacissimi