treccine africane

Treccine africane: idee per realizzarle e come lavarle

Volete delle treccine africane per l'estate? Ecco la soluzione perfetta per un'acconciatura al top

Come fare le treccine africane? Se per l’estate volete un’acconciatura esotica che fa subito pensare al sole, al mare, alla spiaggia, allora un hairstyle con treccine, sottili o più grosse, è proprio quello che fa per voi. Possiamo anche realizzarle a casa e prenderci cura di loro con semplicità.

treccine africane per bambini

Tutte amiamo le treccine africane. Perché subito ci portano alla mente immagini di luoghi esotici, lontani da noi. E ci fanno pensare all’estate. Alzi la mano chi almeno una volta nella vita ha ceduto alla tentazione di farsele fare in spiaggia o di chiedere al proprio parrucchiere o alla propria parrucchiera di realizzare questo hairstyle, per il quale ci vogliono calma, pazienza e anche molta precisione.

Di sicuro sono un’acconciatura per l’estate perfetta in ogni senso. In primo luogo perché sono lo stile che spopola in spiaggia ormai da moltissimo tempo. E in secondo luogo perché sono pratiche e comode: ci consentono di avere un’acconciatura esotica, che è sempre a posto e che non ci fa patire il caldo. A patto di prenderci comunque cura dei nostri capelli. Le treccine, sottili o più spesso, possono essere lasciate sciolte o portate raccolte in mille stili e modi diversi.

Di solito sono le bambine e le ragazzine le più propense a farsi mettere le mani in testa per raccogliere tutti i capelli in piccole treccine. E quando diciamo tutti i capelli, intendiamo proprio tutti i capelli. Nessuna ciocca rimane fuori. Certo, magari se è la prima volta che cedete al fascino esotico delle treccine africane, forse sarebbe bene cominciare per step. Prima fatevi realizzare qualche treccina qua e là e se poi ne siete convinte procedete con tutta la chioma. Bisogna farci un po’ l’occhio, ma il risultato è super trendy. Sono molto le star e le celebrities che hanno deciso di mostrarsi con questa acconciatura sulla testa.

Tecniche per le treccine africane

Tecniche per realizzare le treccine africane

Non esiste un’unica tecnica per realizzare le treccine africane. Ognuno ha il suo metodo e procede secondo tecniche e procedure ormai assodate nel tempo. È consigliabile affidarsi solo a persone specializzate e qualificate, che possano usare strumenti idonei alla creazione di un’acconciatura da urlo in tutta sicurezza.

Chi sa fare le treccine africane? Di sicuro nel vostro salone di bellezza di fiducia, dal vostro parrucchiere o dalla vostra parrucchiera troverete qualcuno che sa creare questa splendida acconciatura. Nella maggior parte dei casi, però, ci rivolgiamo a donne e ragazze africane che incontriamo in spiaggia e con le quali magari scambiamo quattro chiacchiere durante la seduta di bellezza per conoscere il loro mondo, la loro cultura, la loro storia. Se avete amiche originarie dell’Africa, potrebbe essere un’ottima idea per trascorrere un pomeriggio tra chiacchiere, tè e acconciature per capelli. Altrimenti potete ricorrere sempre al fai da te: magari vostra madre, vostra sorella, una zia, un’amica possono aiutarvi. E voi potete scambiare il favore. Oppure potete anche procedere da sole.

Per poter realizzare le treccine africane assicuratevi di avere a portata di mano una serie di strumenti che saranno assolutamente indispensabili per poter ottenere un risultato finale da urlo:

  • un pettine sottile
  • degli elastici piccoli, trasparenti o colorati
  • pinze per capelli
  • dei fili per capelli, opzionali
  • degli accessori per capelli, opzionali

Per prima cosa spazzolate bene i capelli. Se sono ben puliti ma non freschi di shampoo è meglio, così potrete realizzare con più cura e meno intoppi ogni treccia che andrà a comporre la vostra acconciatura. Dopo aver pettinato con cura i capelli, con l’aiuto del pettine sottile dovrete dividere la chioma in due ciocche laterali, una frontale e una posteriore. Ognuna di queste ciocche va suddivisa ancora in altre ciocche più piccole, che andranno a formare le trecce.

E in questo momento che potete decidere se realizzare delle trecce sottilissime oppure un po’ più spesse e con più capelli. Se avete poco tempo a disposizione, questa seconda opzione è quella da prediligere, perché ci vuole meno a realizzare. Mentre per le treccine piccole piccole dovrete mettere in conto un po’ di tempo in più. E anche tanta pazienza in più. A voi la scelta: potete provare entrambe le acconciature per capire quale preferite sulla vostra testa.

Procedete ora a realizzare le treccine. Cominciate da una ciocca, fermando le altre con pinze per capelli, così da non avere problemi a gestire la vostra chioma. Ogni volta che avete concluso una ciocca, creando all’interno tante belle treccine, procedete a quella successiva, fino a terminare il lavoro. Fate in modo che le trecce abbiamo più o meno la stessa dimensione, per un risultato decisamente più armonioso.

Ricordatevi sempre che le trecce devono essere strette e piatte e devono partire molto vicine al cuoio capelluto. Ogni treccia va chiusa con un elastico piccolo per capelli, in modo da sigillare i capelli. Prima, se volete, potete intrecciare insieme ai capelli dei fili colorati o altri accessori per capelli come charm o pendagli per rendere il risultato finale ancora più colorato.

Treccine africane con extension

Se avete i capelli corti, ma non volete rinunciare alle treccine africane, perché non provare con le extension. Basterà scegliere delle ciocche del colore simile al nostro oppure completamente diverso, per dare un tocco di colore in più. I capelli possono essere naturali o sintetici, a voi la scelta.

Per inserire le extension nelle treccine africane, vi basterà applicarle alla radice dei capelli e poi procedere intrecciando i vostri capelli a quelli che avete aggiunto. La procedura è la stessa delle normali treccine africane. Solo che oltre ai vostri capelli, intreccerete anche gli altri, così da ottenere non solo lunghezze più interessanti, ma magari giochi di colori intriganti e perfetti per l’estate.

Prendersi cura delle treccine

Come curare i capelli

Una volta fatte le treccine possiamo dimenticarcene, perché tanto avremo sempre un’acconciatura perfetta in ogni occasione. Ecco una falsa credenza in cui molte donne cadono. Bisogna prendersi ogni giorno delle nostre treccine africane: fino a quando non decideremo di toglierle, non dobbiamo sistemarle, perché se abbiamo seguito con cura le istruzioni e abbiamo creato trecce resistenti, i capelli non dovrebbero muoversi. Ma questo non vuol dire che non dobbiamo comunque prenderci cura dei nostri capelli.

I capelli con treccine africane vanno lavati con un normale shampoo: dovrete aver cura di lavare ogni singola treccia, così da garantire la massima pulizia. Usate uno shampoo delicato e adatto alla tipologia dei vostri capelli. E non dimenticatevi di applicare a ogni lavaggio un balsamo, per potervi prendere cura in profondità dei capelli che, proprio a causa delle trecce troppo strette, potrebbero soffrire un po’ di più rispetto al solito.

Per quanto riguarda, invece, il momento dell’asciugatura, abbiate cura di strizzare per bene le treccine nel lavandino o nella doccia. E poi avvolgete sopra un asciugamano stretto. Non sfregate, ma tamponate sempre i capelli, per non stressarli troppo. Rimanete con l’asciugamano “turbante” per un po’, così da permettere al tessuto di assorbire l’acqua in eccesso. Se fuori è umido o piove asciugate con il phon, sfruttando però solo l’aria fredda. Se invece è estate, c’è il sole ed è caldo, approfittate per asciugare le trecce all’aria.

Oltre al solito shampoo, ogni settimana andrebbe fatta una maschera per capelli. Scegliete quella più adatta alle vostre esigenze, ricorrendo anche a ricette fai da te con ingredienti naturali che si prendano cura dei vostri capelli. Preparate la maschera, applicatela sui capelli bagnati e lasciate che agisca per nutrire i capelli e proteggere il cuoio capelluto. Inserite questa procedura nella vostra routine di bellezza settimanale, insieme magari alla maschera viso, allo scrub del corpo e allo scrub del viso.

Treccine afro

Quanto durano

Sappiamo che ci vuole molto tempo per realizzare le treccine africane. E ci vuole anche molta pazienza. Anche perché mentre l’operatore intreccia i nostri capelli, ciocca dopo ciocca, noi dobbiamo avere l’accortezza di stare il più possibile ferme, per non rovinare il risultato finale. E potrebbe non essere facile stare perfettamente immobili e apparire al tempo stesso rilassate per tutto il tempo necessario per creare l’acconciatura estiva per eccellenza.

Per poter realizzare le treccine africane sulla vostra testa ci vorranno dalle 6 alle 8 ore minimo. Tutto dipende sia dalla bravura e dalla velocità di chi realizza l’acconciatura sia da quanti capelli avete e dalla lunghezza dei capelli stessi. Non si può stabilire a priori quanto tempo ci vorrà per ottenere un risultato finale perfetto, ma mettete in conto di metterci almeno 6 ore se non di più. Anche il costo dovrebbe tenere conto di tutto il tempo dedicato alla realizzazione di questo stile. Dal parrucchiere potrebbe arrivare a costarvi anche 100 euro. Se le fate a casa risparmierete di sicuro.

Sappiamo quanto tempo ci vuole per creare le treccine africane e il costo medio se ci si rivolge a un salone di bellezza o a personale specializzato. Ma quanto durano le treccine africane? Anche in questo caso non esiste una data di scadenza. Dipende dal tipo di capello, da quanto le treccine sono state strette, da come sono state “sigillate” e anche da quanto ci siamo presi cura della nostra capigliatura. Se trattate con cura e con tutti gli accorgimenti del caso, sappiate che le treccine africane possono arrivare a durare anche sei mesi. Anche se è un tempo decisamente lungo: è sconsigliabile tenere le treccine per così tanto, perché i capelli potrebbero indebolirsi. Meglio toglierle prima, magari quando la vacanza e l’estate sono finite e noi torneremo al lavoro e alla solita routine post ferie. Le treccine saranno così solo un bellissimo ricordo del periodo estivo!

treccine africane

Come toglierle

Se vi siete stancate delle vostre treccine oppure se siete tornate alla vita di tutti i giorni e non è più l’acconciatura che fa al caso vostro, sappiate che in ogni momento potrete toglierle dalla vostra testa. Avendo l’accortezza di prendervi cura della vostra chioma: i capelli potrebbero apparire stressati da una messa in piega che potreste aver portato per lungo tempo e magari non è stata curata in maniera ottimale seguendo i consigli degli esperti.

Per togliere le treccine potete rivolgervi al parrucchiere o alla parrucchiera che ha creato l’acconciatura: così sarete sicure che la procedura sia quella corretta e migliore per la salute dei capelli. Se, invece, avete optato per il fai da te o non avete voglia di spendere altri soldi, sappiate che le treccine afro si possono facilmente togliere dalla testa utilizzando degli accessori che si possono comodamente trovare in ogni casa.

Per sciogliere le treccine africane dovrete seguire passo dopo passo i nostri suggerimenti, per non rovinare i capelli:

  • prima di togliere le trecce, applicate su ogni treccia un po’ di balsamo, così sarà più facile andare a operare su ogni singolo capello. Abbondate con il balsamo, avendo cura di procedere dalla radice alla punta, riapplicando se necessario anche in seguito
  • sciogliete una treccina alla volta, avendo cura di operare con calma e con pazienza. Come ci è voluto molto tempo per realizzare l’acconciatura, così ce ne vorrà per sbarazzarvene
  • per disfare le treccine potete anche utilizzare un pettine, facendo scorrere la punta attraverso la treccina per separare i capelli, dalla base alle radici. Poi potete proseguire disfacendo la parte rimanente della treccia utilizzando le mani
  • dopo aver sciolto ogni ciocca, abbiate cura di passare il pettine sottile per poter districare tutti i capelli. Se avete bisogno, applicate ancora un po’ di balsamo o di uno spray districante per capelli, così non si formeranno nodi nei capelli
  • vedrete dei capelli cadere, ma non vi preoccupate, è assolutamente normale. Anche perché ogni giorno perdiamo in media 100 capelli, ma non facciamo una piega
  • procedete con estrema delicatezza, non dovete tirare o strappare i capelli. Come avete intrecciato i capelli, così dovrete procedere al contrario per togliere le trecce
  • se l’acconciatura è stata realizzata in un salone di bellezza o dal parrucchiere di fiducia, meglio rivolgervi qui ed evitare il fai da te. Lo stesso dovete fare se, provando a casa, non ottenete i risultati sperati
  • se avete utilizzato delle extension, abbiate cura di snodarle per bene separandole dai vostri capelli. Potete anche tagliarle se riuscite senza rovinare i capelli
  • procedete con uno shampoo nutriente e delicato, applicando nuovamente un balsamo adatto ai vostri capelli
Linguaggio dei nei: cosa vogliono dire le diverse posizioni dei nei sul viso?

Linguaggio dei nei: cosa vogliono dire le diverse posizioni dei nei sul viso?