duroni

Duroni, cosa sono e come riuscire a eliminarli senza fatica

Scopriamo cosa sono i duroni, perché ne soffriamo, perché si formano e soprattutto quali sono i rimedi migliori per eliminarli

Duroni, cosa sono? E perché si formano? Se anche voi ne avete sofferto o ne soffrite in questo momento, di sicuro avrete molte domande che vi frullano per la testa. La principale è: come fare per poter liberare dei duroni ed eliminarli?

Duroni sui piedi

Tutti, chi più o chi meno, almeno una volta nella vita ha dovuto fare i conti con i duroni. Con questo termine si indicano degli ispessimenti della pelle, che assomigliano a dei calli, ma che di solito sono decisamente più ampi, anche se vanno meno in profondità nell’epidermide. I duroni si presentano di solito sul tallone o sulla pianta del piede e sono ispessimenti della pelle che sono superficiali. Quindi si possono eliminare con maggiore facilità e questa è una splendida notizia.

Per la precisione, i duroni sono una parte più spessa di un particolare strato di pelle, lo strato corneo, quello più superficiale, quello più esterno della cute (banalmente si parla di cute per quello che riguarda questa parte dell’epidermide). Proprio quello che è maggiormente sottoposto a solleciti meccanici esterni che possono causare molti problemi.

I piedi ci portano in giro di continuo. E non sempre ci prendiamo cura di loro come dovrebbero. Chiusi tutto l’anno in scarpe più o meno pesanti, sono sottoposti a sollecitazioni continue. Soffrire di disturbi di varia natura ai piedi è sicuramente normale. I duroni, ad esempio, sono molto diffusi. Peccato che ce ne accorgiamo solamente quando arriva la bella stagione e avremmo bisogno di una pedicure per poter sfoggiare sandali e infradito e avere piedi assolutamente perfetti. Invece dovremmo prenderci cura dei nostri piedi costantemente, tutto l’anno. Proprio perché potremmo incappare in problemi che non sono gravi, ma che possono essere fastidiosi, oltre che antiestetici.

Lo sapevate che i duroni sono considerati ipercheratosi cutanee? Le ipercheratosi cutanee sono delle alterazioni della pelle, che si manifestano proprio con ispessimento dello strato più esterno, dove si accumulano cellule epiteliali o cheratinociti. Quando la cute è infiammata “nascono” più cheratinociti di quanti ne vengono eliminati e così si forma un accumulo che porta a un ispessimento della cute, l’ipercheratosi, appunto. Calli e duroni ne fanno parte, insieme a verruche, eczemi e malattie cutanee come il Lichen Planus e l’ittiosi.

Non dobbiamo, però,  spaventarci. Perché i duroni si possono trattare facilmente con tanti rimedi naturali e della nonna che possiamo realizzare comodamente a casa. O che possiamo richiedere anche alla nostra estetista di fiducia, ovviamente.

Duroni nei talloni

Le cause e come riconoscerli

Perché si formano i duroni? Perché la pelle in alcune parti del corpo, in particolare a livello dei piedi, diventa più spessa? Nel caso dei duroni ai piedi è presto spiegato. Vengono provocati dal continuo sfregamento e attrito che passo dopo passo provochiamo proprio sulla pelle del piede. È un continuo, tutto il giorno, tutti i giorni per tutta la nostra vita. La pelle dei piedi è sottoposta a uno stress che può causare problemi. L’epidermide “non sta a guardare” e si difende come può, diventando, appunto, più spessa dove le sollecitazioni sono maggiori. Di fatto proteggendosi dall’attrito.

Anche indossare scarpe non idonee, troppo strette o non traspiranti o di scarsa qualità, non prendersi cura dei piedi durante tutto l’anno (e non solo in estate quando i piedi sono in bella mostra), possono aumentare il rischio di soffrire di calli e duroni. Altre cause che possono portare a soffrire sono difetti di postura, modi scorretti di camminare. Tra i fattori di rischio anche alcuni lavori e attività sportive che sono caratterizzati da sollecitazioni e attriti profondi a carico dei piedi (ad esempio chi lavora sempre in piedi o chi va a correre, a passeggiare o a fare trekking su terreni di campagna). Esistono poi anche dei fattori che possono aumentare le possibilità di soffrirne:

  • l’aumento del peso corporeo o un improvviso dimagrimento, che ci portano a camminare in modo diverso rispetto al solito
  • alluce valgo
  • dito a martello
  • un appoggio errato del piede per terra

Anche l’età può essere un fattore di rischio molto rilevante.

Sintomi

I duroni sono facilmente riconoscibili. Li notiamo subito, non appena usciti dalla doccia. La pelle in alcune zone del piede appare più dura, più secca, quasi fosse rigida. Di solito la forma dei duroni è tondeggiante. E il colore della pelle cambia: da rosa diventa arancione e giallastro. Le zone più colpite sono l’avampiede, il tallone e la parte superiore delle dita.

La pelle in queste zone è al tatto più ruvida, meno morbida. I duroni non si possono riconoscere, perché rispetto al resto della cute si vede proprio la differenza, sia toccando i piedi con le mani sia indossando i calzini e sentendo l’attrito tra la stoffa con cui sono fatti e la parte che è diventata più spessa e anche più secca. E si può anche provare fastidio. E talvolta dolore e prurito.

Altri sintomi, oltre a quelli che sono decisamente evidenti alla vista e al tatto, possono essere:

  • fastidio
  • dolore
  • difficoltà a camminare
  • difficoltà a rimanere in piedi per lungo tempo

Problemi dei piedi che prudono

Cosa fare se i duroni prudono

Il prurito è un altro dei sintomi che accompagna la comparsa dei duroni nei piedi. È facile comprendere perché le zone interessate da pelle più ruvida e secca possono prudere, in maniera più o meno insistente. Il prurito ai piedi, che colpisce maggiormente la pianta del piede, può essere così fastidioso da non farci dormire la notte. Tutta colpa di calzini o lenzuola che, venendo a contatto con le zone interessate da pelle secca, possono causare questo sintomo.

Un disturbo dermatologico da non sottovalutare. Anzi, se proprio non vi fa dormire e se non riuscite a risolvere il problema, sarebbe bene chiedere consiglio al medico curante, perché forse il prurito non è provocato solo dall’ispessimento della pelle dovuto a sollecitazioni, scarpe sbagliate, attività sportive non condotte nel modo corretto o ad altri fattori di rischio che abbiamo elencato qui sopra. Potrebbe nascondersi dietro un’altra causa, oltre ai duroni.

Se i piedi “colpiti” da duroni prudono in maniera incessante, potrebbe trattarsi di dermatite da contatto: forse soffrite di allergia verso una sostanza con cui i vostri piedi sono venuti in contatto, magari il sapone stesso che usate per lavarvi, o semplicemente soffrite di arrossamenti a carico dei piedi che provocano più disturbi di quanto possiate immaginare. Il prurito nei piedi non va mai sottovalutato: potrebbe trattarsi anche di micosi, o funghi, che causano malattie come l’onicomicosi o il piede d’atleta. Ma potreste soffrire anche di psoriasi e non solo di duroni. O di altre malattie a carico di organi interni che possono avere tra i sintomi proprio prurito ai piedi e in particolare ai talloni.

Per evitare di avere prurito ricordatevi di asciugarvi sempre bene i piedi dopo che li avete bagnati, di usare saponi delicati e acqua tiepida, di indossare scarpe comode e calze di cotone, di togliervi le scarpe appena possibile, di fare lo scrub ogni settimana, di applicare ogni sera dopo la doccia una buona crema idratante, di curare i duroni appena appaiono. Come si curano? Con i rimedi naturali che andiamo a raccontarvi subito.

Duroni nella pianta dei piedi

Rimedi della nonna che funzionano

Per ogni disturbo sarebbe bene comprenderne prima la causa, per poi dare vita a una serie di trattamenti utili per correre ai ripari e anche per fare in modo che la situazione non si manifesti nuovamente. I duroni si possono trattare facilmente anche con rimedi naturali e anche abbandonando brutte abitudini che potrebbero far insorgere il problema ancora in futuro. Perché errare è umano, ma perseverare è diabolico. E i piedi hanno bisogno di tutto il nostro sostegno.

Per prima cosa potremmo provare a cambiare il tipo di scarpe che utilizziamo, evitando magari di indossare i tacchi alti o scarpe troppo strette se dobbiamo camminare molto o stare in piedi per lungo tempo.

Un ottimo rimedio per chi ha i duroni ai piedi è quello di fare pediluvi, utilizzando bicarbonato e aceto di vino bianco o di mele. Basterà mescolare questi ingredienti all’interno di una bacinella con dell’acqua calda. Aggiungete alla fine del sale grosso e mescolate. Ponete i piedi nella bacinella piena di questo rimedi e lasciate che agisca al meglio. Ottimi anche i pediluvi a base di bicarbonato e piante o erbe dalle proprietà emollienti oppure a base di melissa e menta. Basta un quarto d’ora ogni giorno e ricordiamoci che i benefici del pediluvio sono molti, dal momento che allevia il gonfiore di piedi e caviglie, dona benessere a corpo e mente e ci permette di dedicare qualche minuto alla cura di noi stessi.

Dopo il pediluvio sarebbe buona norma applicare una buona crema idratante o fare un impacco nutriente per permettere alla cute di rigenerarsi e di trovare nel rimedio fai da te facile da preparare in casa tutti i nutrienti necessari per stare bene. Potete semplicemente mescolare qualche cucchiaio di olio d’oliva, il succo di due limoni, delle gocce di un olio essenziale a vostro piacere e del bicarbonato di sodio. Applicate l’impacco sui piedi massaggiando con cura e lasciando in posa per una decina di minuti. Sciacquate e applicate dell’amido di riso.

Un altro rimedio naturale perfetto per dire addio ai duroni è l’utilizzo con la pietra pomice. Dopo ogni bagno e dopo ogni doccia, dovremmo prendere la buona abitudine di passare questo semplice strumento, che è davvero facile da utilizzare, per poter avere sempre la pelle dei piedi liscia e morbida, aiutando così a prevenire la comparsa dei duroni. Si tratta di abrasione manuale da effettuare con delicatezza, senza sfregare troppo per non irritare la pelle. Oltre alla pietra pomice esistono anche degli strumenti appositi in commercio, dei roll semi professionali per la pedicure e per avere piedi perfettamente lisci. Sono delle pietre pomici più moderne, con testine rotanti che permettono di agire più velocemente. E in maniera più efficace. Ma andrà bene anche la classica pietra pomice che tutti dovremmo avere in bagno!

Inoltre potrebbe essere utile uno scrub, per preparare i piedi al trattamento eliminando le cellule morte e ridonando un po’ di morbidezza alla pelle. Lo scrub andrebbe fatto in tutto il corpo, a partire dal viso, proseguendo con le braccia, le gambe e arrivando anche ai piedi, che non dobbiamo mai dimenticare.

Non solo rimedi naturali, però. Si potrebbero anche utilizzare farmaci e pomate per poter risolvere la situazione. Ad esempio dopo un intervento di abrasione manuale si potrebbe usare una crema a base di acido salicilico o urea o ricorrere a cheratolitici topici. I medici potrebbero consigliare antibiotici nel caso in cui, a causa di lesioni scaturite proprio dai duroni, si formasse un’infezione da trattare con questo medicinale.

Se la situazione non si risolve con i rimedi naturali sopra indicati e anzi dovesse peggiorare, provocando altri fastidi insopportabili, non esitate a contattare il medico curante, che magari vi indirizzerà da uno specialista, come ad esempio un ortopedico o un dermatologo, per capire le reali cause e proporre un trattamento idoneo.

Cerotti per calli e duroni

I cerotti per duroni funzionano?

Infine, un capitolo a parte meritano i cerotti per calli e duroni, decisamente pratici e veloci da utilizzare anche a casa. Ma funzionano davvero? Se non si può andare da un’estetista o da un podologo e si vogliono eliminare calli e duroni dalla pianta del piede o dal tallone, si può ricorrere a prodotti in vendita in commercio che non solo risolvono il problema, ma che sono anche in grado di placare sintomi come fastidio, dolore, prurito.

I cerotti sono pratici perché facili da usare. Non dovrete far altro che applicarli nella zona interessata del piede e dimenticarvi di averli. Loro agiranno per tutto il tempo necessario, al fine di ridurre la zona interessata dall’ispessimento della pelle e anche per diminuire il dolore che si potrebbe provare camminando. Potrebbero essere necessarie più applicazioni.

Di solito i cerotti sono consigliati per quei duroni che non ne vogliono sapere di andarsene via con i tanti rimedi naturali sopra descritti. Seguite bene le indicazioni riportate sulla confezione, per non sbagliare nella fase dell’applicazione e della rimozione, ovviamente.

Prima di acquistare il cerotto, forse sarebbe meglio parlarne con il medico curante oppure con il farmacista, affidandoci solo a prodotti certificanti e seguendo i consigli dei professionisti per modalità di applicazione e durata del trattamento.

Si sveglia una mattina con mezzo volto paralizzato, adesso avverte mamme e casalinghe

I benefici del limone

La magia del limone

Senti che stai per perderlo? Ecco 2 cose che dovresti fare e 2 cose che dovresti mai fare

Una maschera viso che rimuove le macchie e attenua le cicatrici dell'acne e le rughe come per magia

Vuole che tutti siano consapevoli

Micosi unghie dei piedi: come eliminare i funghi